Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Settimana della legalità: venerdì sera ci sarà Federica Angeli

La giornalista Federica Angeli

CAMPOLONGO. Al via il 20 alle 21 la settimana della legalità in memoria della strage di via D’Amelio dove morì il giudice Paolo Borsellino

CAMPOLONGO. Al via da venerdì 20 luglio alle 21 la settimana della legalità, questa volta in memoria della strage di via D’Amelio a Palermo di 26 anni fa dove morì il giudice Paolo Borsellino insieme agli agenti della sua scorta.

Nel giardino della legalità in via Volta ex villa del boss della mafia del Brenta Felice Maniero, si terrà il monologo teatrale a cura dello studioso del fenomeno mafioso Giorgio Ghirello dal titolo “Uomini e non eroi” dedicato a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CAMPOLONGO. Al via da venerdì 20 luglio alle 21 la settimana della legalità, questa volta in memoria della strage di via D’Amelio a Palermo di 26 anni fa dove morì il giudice Paolo Borsellino insieme agli agenti della sua scorta.

Nel giardino della legalità in via Volta ex villa del boss della mafia del Brenta Felice Maniero, si terrà il monologo teatrale a cura dello studioso del fenomeno mafioso Giorgio Ghirello dal titolo “Uomini e non eroi” dedicato a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, si percorreranno le tappe della loro vita insieme ad indagare sui mafiosi e le loro collusioni con la politica.

La settimana della legalità si concluderà venerdì 27 luglio sempre alle 21 con Federica Angeli, giornalista di Repubblica che presenterà il suo libro “A mano disarmata” . Sarà anche una serata dedicata alle donne e contro la violenza sulle donne da parte delle organizzazioni criminali. Federica Angeli vive sotto scorta per le minacce che subisce insieme alla sua famiglia per le sue indagine sulla mafia romana.

Le serate sono organizzate dal Comune in collaborazione con la Nazionale italiana cantanti, l’Auser, l’associazione Mondo di Carta e le parrocchie del territorio. Gli appuntamenti sono ad entrata libera. «Sarà un’occasione», spiega Oriana Boldrin per gli organizzatori, «per conoscere direttamente le storie e le esperienze di chi ha sacrificato e mette a repentaglio la propria vita per lottare contro le mafie e per la legalità». —

A.Ab..