Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Inseguimento e spari confermato il carcere per 3 dei 4 arrestati

torre di mosto. Inseguimento e speronamento a Torre di Mosto, tre degli arrestati restano in carcere, mentre per Ciprian Roman, 23 anni, la gip Marta Paccagnella ha disposto l’obbligo di...

torre di mosto. Inseguimento e speronamento a Torre di Mosto, tre degli arrestati restano in carcere, mentre per Ciprian Roman, 23 anni, la gip Marta Paccagnella ha disposto l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria a Pordenone.

Ieri i quattro romeni sono comparsi davanti alla gip per gli interrogatori di convalida. Tutti difesi dall’avvocato Mauro Serpico, si sono avvalsi della facoltà di non rispondere in questa prima fase delle indagini. Confermato il carcere, dunque, per Iulian ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

torre di mosto. Inseguimento e speronamento a Torre di Mosto, tre degli arrestati restano in carcere, mentre per Ciprian Roman, 23 anni, la gip Marta Paccagnella ha disposto l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria a Pordenone.

Ieri i quattro romeni sono comparsi davanti alla gip per gli interrogatori di convalida. Tutti difesi dall’avvocato Mauro Serpico, si sono avvalsi della facoltà di non rispondere in questa prima fase delle indagini. Confermato il carcere, dunque, per Iulian Poama Neagra, 25 anni, il fratello Claudiu Marian Poama Neagra, 21 anni, Antonel Hritcu, 28 anni. I quattro, tutti a bordo di una potente Audi A8, erano stati arrestati nella notte tra venerdì e sabato all’altezza della rotatoria di piazza Indipendenza dopo un inseguimento durante il quale i poliziotti, per cercare di fermare i fuggitivi, erano stati anche costretti ad esplodere in aria tre colpi di arma da fuoco. Per questo i quattro arrestati sono stati accusati dal sostituto procuratore di resistenza a pubblico ufficiale aggravata dall’uso delle armi. Per i fratelli Poama Neagra c’era anche un provvedimento di fermo per furto aggravato in concorso commesso a Pordenone. La giudice ha convalidato sia gli arresti che i fermi, dichiarandosi poi incompetente per territorio e trasmettendo tutti gli atti a Pordenone.

L’operazione della polizia, battezzata “Transfert”, ha preso il via dalle indagini su un furto, avvenuto lo scorso 8 marzo, ai danni del negozio di elettronica “Zanetti Ernesto Snc” di Pordenone. I malviventi se ne erano andati con 74 smartphone. —

Rubina Bon. BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI.