Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Torre di Mosto, inseguimento e speronamento nella notte, polizia arresta banda criminale

L'inseguimento

Venerdì notte in pieno centro la polizia ha inseguito i malviventi, sparando colpi in aria a scopo intimidatorio. Arrestati quattro rumeni che rubavano nei centro commerciali

TORRE DI MOSTO. Inseguimento e speronamento in pieno centro a Torre di Mosto, la polizia arresta una banda di quattro ladri, disarticolando un’organizzazione criminale transnazionale che operava tra il Friuli e il Veneto ed era specializzata in “spaccate” ai danni dei centri commerciali.

Le indagini hanno permesso di emettere un provvedimento di fermo di indiziati di delitto a carico di tre rumeni. La svolta è arrivat ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

TORRE DI MOSTO. Inseguimento e speronamento in pieno centro a Torre di Mosto, la polizia arresta una banda di quattro ladri, disarticolando un’organizzazione criminale transnazionale che operava tra il Friuli e il Veneto ed era specializzata in “spaccate” ai danni dei centri commerciali.

Le indagini hanno permesso di emettere un provvedimento di fermo di indiziati di delitto a carico di tre rumeni. La svolta è arrivata ieri. I poliziotti hanno appurato che due dei sospettati avevano fatto rientro in Italia attraverso la Slovenia e si erano diretti a Caorle per unirsi ad altri due connazionali.

Nel corso della notte, probabilmente, avrebbero dovuto mettere a segno un altro colpo. Ma a rovinare i loro piani è intervenuta la polizia, con un blitz che si è concluso in centro a Torre di Mosto. Dopo aver capito di essere stati bloccati, i quattro hanno cercato di fuggire a piedi. Un malvivente è stato subito bloccato, gli altri tre sono stati fermati poco dopo, mentre tentavano di fuggire verso l’argine del Livenza. Nell’operazione, gli agenti hanno esploso anche tre colpi di pistola in aria a scopo intimidatorio.