Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

I sindaci promuovono il G20 delle spiagge

Entusiasmo per il summit di settembre a Bibione. Nesto (Cavallino): «Faremo sentire la nostra voce»

BIBIONE. G20 delle spiagge, fermento sulla costa veneziana per affrontare i temi che interessano la costa veneziana e più in generale italiana. I sindaci del litorale attendono con impazienza la data del 5 settembre, giorno in cui inizierà il grande incontro, fino al 7 settembre, dei primi cittadini chiamati a Bibione per volere del sindaco di casa, Pasqualino Codognotto, che è anche il referente della Conferenza dei sindaci della costa.

Sessanta milioni di presenze per questo “distretto” de ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

BIBIONE. G20 delle spiagge, fermento sulla costa veneziana per affrontare i temi che interessano la costa veneziana e più in generale italiana. I sindaci del litorale attendono con impazienza la data del 5 settembre, giorno in cui inizierà il grande incontro, fino al 7 settembre, dei primi cittadini chiamati a Bibione per volere del sindaco di casa, Pasqualino Codognotto, che è anche il referente della Conferenza dei sindaci della costa.

Sessanta milioni di presenze per questo “distretto” del turismo che è tra i maggiori in Italia. Parteciperanno oltre a Bibione, Jesolo, Cavallino Treporti, Caorle, Chioggia, le friulane Grado e Lignano, Rimini e Riccione, per la riviera romagnola, con Cesenatico, Bellaria-Igea Marina, Comacchio, Cervia e Cattolica. E ancora Sorrento per la Campania, con Forio e Ischia, Vieste per la Puglia, Castiglione della Pescaia per la Toscana, la Costa Smeralda con il Comune di Arzachena.

La scelta delle spiagge è stata fatta in base al numero di turisti ospitati in stagione. Ma sostanzialmente sulle le spiagge della costa veneziana sono invitate indipendentemente da questo parametro utilizzato per la selezione. «Sicuramente un’iniziativa importante», dice il sindaco di Jesolo, Valerio Zoggia, che servirà a tutte le località turistiche per conoscere anche altre realtà con i loro problemi spesso condivisi. Io sono stato chiamato a relazionare sul problema del rifiuto spiaggiato e la differenziata sulle spiagge».

Da Cavallino Treporti, la sindaca Roberta Nesto è entusiasta come ogni volta che si parla di turismo a più livelli: «Sicuramente un’iniziativa di pregio», dice la sindaca, «per conoscerà altre città turistiche oltre alle nostre, i sindaci relazioneranno in diversi tavoli e credo che questa organizzazione sarà molto interessante per tutti i partecipanti anche per far sentire la voce dei sindaci e delle realtà turistiche a Roma. Avremo così modo di parlare dei temi che appartengono a tutti quali mobilità, erosione marina, sicurezza, demanio». Sulla stessa linea il sindaco di Eraclea mare, Mirco Mestre.

«Ci saremo anche noi come altre realtà più piccole», spiega, «indipendentemente dai criteri utilizzati, perché il sindaco Codognotto ha invitato tutti. E potremo affrontare quegli argomenti che interessano le spiagge in un confronto che arriverà direttamente alle istituzioni nazionali, visto che si parlerà di costa veneta e italiana».

L’assessore regionale al turismo, Federico Caner, ha elogiato l’iniziativa di stringente attualità nella cornice di un confronto aperto tra le principali località del nord e del sud Italia.

Venti i tavoli tematici convocati in cui si parlerà davvero di tutto quanto riguarda spiagge e turismo. Il Consorzio di promozione Bibione Live è già al lavoro con la presidente Giuliana Basso per accogliere i 120 ospiti di 19 località di mare, con tecnici e studiosi del settore attesi con le loro puntuali relazioni.

Il sindaco di San Michele al Tagliamento- Bibione Codognotto ha ricordato l’importanza di presentarsi uniti davanti alle istituzioni per chiedere più attenzione e finanziamenti. (g.ca.)