Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Esposto in Procura contro il taglio degli alberi arginali

VIGONOVO . Il Comitato dei Cittadini in difesa del parco Sarmazza presenta un esposto alla Procura contro il taglio indiscriminato della vegetazione arginale. Il comitato chiede alle autorità...

VIGONOVO . Il Comitato dei Cittadini in difesa del parco Sarmazza presenta un esposto alla Procura contro il taglio indiscriminato della vegetazione arginale.

Il comitato chiede alle autorità competenti di accertare eventuali irregolarità e se sia opportuno sospendere le operazioni di taglio che dovrebbero riprendere, arrivando anche alla revoca dell’autorizzazione all’azienda esecutrice dei lavori. «Non si capisce», si chiede il Comitato, «come sia stato possibile rilasciare un’autorizzazio ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

VIGONOVO . Il Comitato dei Cittadini in difesa del parco Sarmazza presenta un esposto alla Procura contro il taglio indiscriminato della vegetazione arginale.

Il comitato chiede alle autorità competenti di accertare eventuali irregolarità e se sia opportuno sospendere le operazioni di taglio che dovrebbero riprendere, arrivando anche alla revoca dell’autorizzazione all’azienda esecutrice dei lavori. «Non si capisce», si chiede il Comitato, «come sia stato possibile rilasciare un’autorizzazione al “taglio a raso” di ogni forma vegetativa in un’area adibita a parco fluviale come il Parco Sarmazza e sottoposta a vincoli paesaggistici, operando in deroga agli stessi regolamenti regionali. Ma soprattutto non è credibile la motivazione della sicurezza idraulica sbandierata dal Genio Civile, dal momento che sono stati abbattuti alberi importanti e di rara bellezza sul lato esterno delle arginature anche a oltre 50 metri dallo spigolo arginale, dove non creavano assolutamente alcun pericolo. Uno scempio inutile che non si dovrà più ripetere».

Oltre alla protesta il Comitato, assieme a Legambiente, lancia una proposta alle amministrazioni di Saonara e Vigonovo: «si realizzi un parco di interesse sovracomunale».(a.ab.)