Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Biciclettata lungo il Naviglio per avere sicurezza e turismo

STRA. Fiab (Federazione italiana amici della bicicletta), denuncia la pericolosità delle strade della Riviera del Brenta per chi si sposta quotidianamente in bici. Proprio per questo per domani è...

STRA. Fiab (Federazione italiana amici della bicicletta), denuncia la pericolosità delle strade della Riviera del Brenta per chi si sposta quotidianamente in bici. Proprio per questo per domani è stata organizzata una biciclettata da Prato della Valle a Padova fino a Fusina. L’appello è ai sindaci e alla Regione. «La Riviera del Brenta», spiega Fiab, «è una delle direttrici più strategiche e spettacolari della nostra regione, un parco punteggiato di splendide ville e densamente abitato. Tut ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

STRA. Fiab (Federazione italiana amici della bicicletta), denuncia la pericolosità delle strade della Riviera del Brenta per chi si sposta quotidianamente in bici. Proprio per questo per domani è stata organizzata una biciclettata da Prato della Valle a Padova fino a Fusina. L’appello è ai sindaci e alla Regione. «La Riviera del Brenta», spiega Fiab, «è una delle direttrici più strategiche e spettacolari della nostra regione, un parco punteggiato di splendide ville e densamente abitato. Tuttavia è poco sicura per chi la percorre in bicicletta, sia per il cicloturismo, per il tempo libero che per gli spostamenti quotidiani».

Fiab Veneto crede «sia giunto il momento di investire importanti risorse pubbliche per creare lungo il Naviglio Brenta un percorso ciclabile di alta qualità, attraente e sicuro, che possa servire sia per cambiare in meglio la mobilità locale, sia per fornire un itinerario da sogno per le folle di cicloturisti che sperano di fare su strada quello che a oggi possono fare solo navigando sul burchiello, cioè visitare i luoghi senza l’assillo del parcheggio e del traffico».

Un’area potenzialmente attrattiva: «Attorno al Naviglio», spiega Fiab, «gravita il territorio ben più ampio dei 10 comuni del consorzio “Terre del Brenta”: Campagna Lupia, Campolongo, Camponogara, Dolo, Fiesso, Fossò, Mira, Noventa, Stra e Vigonovo che, attendono il volano dello sviluppo del percorso principale, per spiccare il volo tra le terre d’eccellenza votate al turismo slow. Da qui la biciclettata di sensibilizzazione. Domani centinaia di soci Fiab del Veneto pedaleranno lungo il Naviglio tra Padova e Venezia per sensibilizzare gli enti locali su questo obiettivo. La partenza da Padova sarà in Prato della Valle; giunti a Stra si farà un tour nel parco di villa Pisani. Pausa pranzo a Dolo alla sede dell’associazione “Il Portico”. Si riparte lungo il Naviglio a Mira e Malcontenta, dove si terminerà la giornata in villa Foscari. Info e contatti 340. 1710939. (a. ab.)