Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Grande festa anche a Cona studenti a casa in anticipo

CONA. Il Giro d’Italia passerà oggi per Cona e il sindaco ordina la chiusura anticipata delle scuole. Per garantire il corretto svolgimento della corsa, che nella 13ª tappa porterà i ciclisti da...

CONA. Il Giro d’Italia passerà oggi per Cona e il sindaco ordina la chiusura anticipata delle scuole. Per garantire il corretto svolgimento della corsa, che nella 13ª tappa porterà i ciclisti da Ferrara a Nervesa della Battaglia, ma anche per le idonee ragioni di sicurezza per gli sportivi e i cittadini, le strade interessate al passaggio della carovana del Giro verranno chiuse al traffico già a partire dalle 12. Per questo motivo, in quanto verrebbero creati dei disagi al normale svolgimen ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CONA. Il Giro d’Italia passerà oggi per Cona e il sindaco ordina la chiusura anticipata delle scuole. Per garantire il corretto svolgimento della corsa, che nella 13ª tappa porterà i ciclisti da Ferrara a Nervesa della Battaglia, ma anche per le idonee ragioni di sicurezza per gli sportivi e i cittadini, le strade interessate al passaggio della carovana del Giro verranno chiuse al traffico già a partire dalle 12. Per questo motivo, in quanto verrebbero creati dei disagi al normale svolgimento delle attività e in particolare del trasporto degli alunni, il sindaco Panfilio ha disposto di anticipare la conclusione delle attività didattiche degli studenti della scuola primaria “Gabriele D’Annunzio” e della scuola secondaria di primo grado “Tito Livio” alle ore 11.30, in anticipo sull’orario conclusivo giornaliero delle lezioni. Il Giro arriva a Cona passando prima per Rovigo, quindi via Mardimago e Anguillara Veneta, per poi proseguire verso Piove di Sacco, la Riviera del Brenta, Treviso e Nervesa. Rimane la possibilità di vedere da vicino i campioni della corsa rosa in una tappa pianeggiante di preparazione alle scalate dolomitiche. Per una volta Cona e Conetta balzeranno agli onori delle cronache non solamente per il problema dei migranti.

Daniele Zennaro