Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Armi e droga nella casa al mare, 15 anni

Bibione. Pesante condanna per i tre stranieri sorpresi con una valigia piena di marijuana e due mitragliette Skorpio

BIBIONE. Quindici anni di reclusione complessivi per i tre imputati, accusati di spaccio e detenzione illegale di mitragliette. È la sentenza di condanna emessa in abbreviato dal gup Eugenio Pergola ieri mattina.

Il giudice ha inflitto sei anni e quattro mesi di reclusione e 24 mila euro di multa a Sokol Pali, 32 anni, residente a San Michele al Tagliamento e quattro anni e quattro mesi di reclusione ciascuno a Hysni Sheshi, 41 anni, residente a Valdobbiadene e Ilirjan Isufi, 34 anni, residen ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

BIBIONE. Quindici anni di reclusione complessivi per i tre imputati, accusati di spaccio e detenzione illegale di mitragliette. È la sentenza di condanna emessa in abbreviato dal gup Eugenio Pergola ieri mattina.

Il giudice ha inflitto sei anni e quattro mesi di reclusione e 24 mila euro di multa a Sokol Pali, 32 anni, residente a San Michele al Tagliamento e quattro anni e quattro mesi di reclusione ciascuno a Hysni Sheshi, 41 anni, residente a Valdobbiadene e Ilirjan Isufi, 34 anni, residente a Bibione.

Tutti e tre, detenuti al carcere di Treviso e difesi dagli avvocati Guido Galletti e Fabio Pasquale Crea, sono accusati di importazione e detenzione di 15,773 grammi di marijuana (rinvenuti nell’appartamento a Bibione affittato dalla moglie di Pali) e di due ingenti cessioni della medesima sostanza (6 chilogrammi il 16 febbraio smerciati a una coppia di albanesi e 1 chilogrammo il 6 aprile dell’anno scorso).

Nell’alloggio a Bibione sono state trovate anche due mitragliette Skorpio, calibro 7,65, di fabbricazione cecoslovacca: per questa ragione ai tre imputati è contestata anche l’importazione e detenzione illegale delle armi.

Al solo Pali la Procura ha contestato anche la detenzione di 33,42 grammi di cocaina, trovati all’interno di una borsa nel garage di pertinenza della sua abitazione.

Il pubblico ministero Maria Grazia Zaina della Procura di Pordenone, titolare dell’inchiesta, aveva chiesto per i tre imputati condanne per dodici anni. L’indagine era partita dal capoluogo friulano. La squadra mobile di Udine aveva sorpreso uno studente fuori da una scuola superiore con un piccolo quantitativo di droga. Da questo controllo i detective della squadra mobile, coordinati dal dirigente Massimiliano Ortolan, sono risaliti all’intera filiera dello smercio di droghe leggere, fino ad arrivare al centro di smistamento a Bibione. È scattata la perquisizione nell’appartamento preso in affitto dalla moglie di Sokol Pali, dove erano stati nascosti i 15 chili di marijuana in una valigia e due cartoni e le mitragliette Skorpio.

Gli inquirenti ritengono che la droga fosse destinata alle località balneari venete e friulane.

©RIPRODUZIONE RISERVATA