Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Confindustria preme per unire i Comuni

CAVARZERE. Confindustria torna a spingere verso la fusione dei comuni di Cavarzere e Cona. Nell’incontro che si è tenuto nella sede di Confcommercio e che ha coinvolto le amministrazioni dei due...

CAVARZERE. Confindustria torna a spingere verso la fusione dei comuni di Cavarzere e Cona.

Nell’incontro che si è tenuto nella sede di Confcommercio e che ha coinvolto le amministrazioni dei due comuni e le altre associazioni di categoria, Ilaria Turatti e Loredano Grande, referenti del territorio di Cavarzere e del bacino clodiense per Confindustria hanno sottolineato quali potrebbero essere tutti i vantaggio per un accorpamento di Cavarzere e Cona. «Con la fusione tra i due comuni», hanno ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CAVARZERE. Confindustria torna a spingere verso la fusione dei comuni di Cavarzere e Cona.

Nell’incontro che si è tenuto nella sede di Confcommercio e che ha coinvolto le amministrazioni dei due comuni e le altre associazioni di categoria, Ilaria Turatti e Loredano Grande, referenti del territorio di Cavarzere e del bacino clodiense per Confindustria hanno sottolineato quali potrebbero essere tutti i vantaggio per un accorpamento di Cavarzere e Cona. «Con la fusione tra i due comuni», hanno detto i due rappresentanti di Confindustria, «si acquisirebbe una dimensione maggiore del territorio e quindi si beneficerebbe di una serie di agevolazioni statali. Risorse economiche che potrebbero essere messe a disposizione dell’imprenditoria e dei lavoratori, dando nuovo impulso al tessuto produttivo, ma anche alla collettività attraverso una migliore gestione dell’Amministrazione Comunale che così erogherebbe migliori servizi pubblici. Tutti gli imprenditori si sono ritrovati uniti in questa iniziativa ed hanno deciso di lavorare assieme per cogliere questa occasione che non va sprecata». «Nel territorio», continua ancora Confindustria, «vi sono molte aziende che esportano in tutto il mondo ed è per questo che bisogna aprirci alle opportunità per fare rete in un processo di crescita che si potrebbe prospettare. Negli ultimi 10 anni Cavarzere ha perso 4 mila abitanti, Cona 3 mila e 200. Ringraziamo la Camera di Commercio di Venezia-Rovigo e Delta Lagunare che ha elaborato con noi il progetto della fusione e chiediamo che le amministrazioni comunali prendano visione di questo progetto, lo approfondiscano e mettano sul campo le loro esperienze. Non si tratta di una battaglia politica ma di un progetto trasversale nato nell’interesse dei cittadini e dei lavoratori».

Daniele Zennaro