Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Negozi aperti per le feste saracinesche giù alla Coop

Tutti al lavoro, o quasi. Non c’è festa che tenga da quando il decreto Salva Italia ha liberalizzato le aperture festive e domenicali, oramai molti anni fa, anche se la Regione ha chiesto un impegno...

Tutti al lavoro, o quasi. Non c’è festa che tenga da quando il decreto Salva Italia ha liberalizzato le aperture festive e domenicali, oramai molti anni fa, anche se la Regione ha chiesto un impegno concreto al nuovo Parlamento per contenere la deregulation del commercio. Il 25 aprile, festa della Liberazione e a Venezia anche di San Marco, outlet e templi dello shopping saranno tutti aperti.

Chi non ha in programma gite fuori porta o scampagnate al mare piuttosto che in montagna, potrà fare ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

Tutti al lavoro, o quasi. Non c’è festa che tenga da quando il decreto Salva Italia ha liberalizzato le aperture festive e domenicali, oramai molti anni fa, anche se la Regione ha chiesto un impegno concreto al nuovo Parlamento per contenere la deregulation del commercio. Il 25 aprile, festa della Liberazione e a Venezia anche di San Marco, outlet e templi dello shopping saranno tutti aperti.

Chi non ha in programma gite fuori porta o scampagnate al mare piuttosto che in montagna, potrà fare una capatina praticamente dappertutto. Chi rimane in città tutto il giorno, ha solo l’imbarazzo della scelta, visto che in provincia di Venezia c’è la concentrazione di centri commerciali più alta del Veneto. Saranno aperti l’Auchan di Mestre, il centro commerciale Valecenter a sole due uscite di tangenziale, la Nave de Vero di Marghera, il Panorama, sempre a Marghera, e per i turisti che sole o nuvole si recheranno sul litorale per qualche giorno, l’outlet di Noventa di Piave.

I mestrini che amano rimanere nei pressi di piazza Ferretto e al massimo fare due passi, porranno contare sul Centro Le Barche aperto, con la consueta possibilità di fare colazione o brunch nella terrazza della Feltrinelli all’ultimo piano, opzione amata anche da moltissimi anziani, specialmente la domenica, quando la maggior parte dei locali sono chiusi.

Nei giorni festivi il Centro le Barche è meta di stranieri, specialmente l’area pedonale di fronte al centro. Per catalizzare clienti e famiglie, inoltre, i giganti del commercio organizzano eventi per tutti i gusti e le età. Molti anche i centri che, oramai, non segnalano neanche l’apertura, considerata ovvia specialmente se non cade di domenica e si limitano a ricordare le “chiusure straordinarie”, visto che la regola è il “sempre aperto”. La stessa cosa vale per le grandi catene che ruotano attorno ai centri commerciali, che apriranno o terranno chiuso in ordine sparso. Discorso a parte va fatto per i supermercati, alcuni dei quali tengono chiuso anche con il centro commerciale aperto. La Coop Campo Grande in zona Terraglio, abbasserà le saracinesche sia il 25 aprile che il Primo Maggio. Così come la Coop che si trova all’interno della Nave De Vero, che farà riposare i propri lavoratori.

Gli amanti dello shopping potranno fare compere e acquisti anche il Primo Maggio, data in cui le aperture sono state sdoganate da un bel pezzo sulla scorta della deregulation del commercio. Aperti il Valecenter, l’Auchan, La Nave de Vero, aperto il Panorama e anche il Centro Le Barche. I negozi della città, invece, apriranno in ordine sparso, a seconda delle forze e delle possibilità. Alcuni esercizi di vicinato terranno aperto solo al mattino, altri osserveranno il riposo. Aperti, come in qualsiasi giorno della settimana, tutti i negozi, e sono oramai moltissimi, gestiti da stranieri che seguono altre tradizioni e calendari e che sono abituati a lavorare no stop.

Marta Artico