Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Ferì il rivale alla testa è stato rimesso in libertà

CONCORDIA. Fabrizio Benvenuto è un uomo libero. Messo ai domiciliari da 48 ore per aver ferito un rivale, il 51enne di Portogruaro è stato rimesso in libertà. Il giudice, non solo, non ha...

CONCORDIA. Fabrizio Benvenuto è un uomo libero. Messo ai domiciliari da 48 ore per aver ferito un rivale, il 51enne di Portogruaro è stato rimesso in libertà. Il giudice, non solo, non ha convalidato il suo arresto, ma ha revocato le misure cautelari citando una sentenza della Cassazione del 2016, secondo cui «non si convalida un arresto in regime di quasi fragranza, e a distanza di ore in forza alle dichiarazioni di persona offesa e persone informate dei fatti».

Grande soddisfazione è stat ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CONCORDIA. Fabrizio Benvenuto è un uomo libero. Messo ai domiciliari da 48 ore per aver ferito un rivale, il 51enne di Portogruaro è stato rimesso in libertà. Il giudice, non solo, non ha convalidato il suo arresto, ma ha revocato le misure cautelari citando una sentenza della Cassazione del 2016, secondo cui «non si convalida un arresto in regime di quasi fragranza, e a distanza di ore in forza alle dichiarazioni di persona offesa e persone informate dei fatti».

Grande soddisfazione è stata espressa dall’avvocato di Benvenuto, Igor Visentin. Migliorano intanto le condizioni di C. G. , il 46enne di Gruaro, domiciliato da qualche mese a Concordia, rimasto ferito durante la rissa scoppiata, in due riprese, fuori dal Bar Centrale, nella zona di via Roma.

Resta ricoverato all’ospedale dell’Angelo di Mestre, dove ieri mattina è stato sottoposto a una nuova Tac. È fuori pericolo, e presto verrà ascoltato dai carabinieri, che indagano sulla triste vicenda che ha turbato molto la comunità concordiese. Il pm di turno Federico Facchin aveva deciso di metterlo agli arresti domiciliari. Si sta riprendendo anche la ragazza di C. G. .

Questa è una trentenne di Jesolo, da pochi mesi domiciliata a Concordia Sagittaria. Era intervenuta per dividere i due contendenti, rimediando una ferita lieve alla spalla e al dente. Proprio lei sarebbe stata oggetto del contendere. Infatti la donna era stata protagonista di uno scambio di battute al vetriolo con Benvenuto, a pochi minuti dalla chiusura del locale, domenica sera. Il motivo del litigio riguardava chi avrebbe dovuto consumare l’ultimo calice prima che venissero abbassate le serrande. Alcune frasi non erano state gradite dal portogruarese, che, in una circostanza, aveva replicato in malo modo alla ragazza, provocando, suo malgrado, la reazione del compagno. Da qui in poi la discussione è completamente trascesa. (r.p.)