Quotidiani locali

La Reyer resta a galla e piega Brescia

Ultimo quarto da incubo ma Peric e Biligha ricacciano indietro la Germani

MESTRE. La Reyer piega Brescia (68-61) e ipoteca almeno il secondo posto, dominando la Leonessa per treqarti e poi rischiando nell’ultimo. La Reyer recupera Bramos, assente con Avellino e Reggio Emilia, Jenkins vince il ballottaggio con Johnon, mentre Diana rinvia l’esordio di Cotton confermando nel roster sia Moore che Moss.

Partita numero 150 in campionato per Tomas Reyer con la Reyer, terza sfida stagionale di Ortner contro Venezia, avendola affrontata nel girone d’andata prima con Avellino e poi con Brescia.

Avvio imperioso di Haynes (3/3 dall’arco), che pilota i campioni d’Italia sul +10 (16-6), la difesa granata riesce a neutralizzare Luca Vitali e Landry.

L’ingresso di Moss rivitalizza la Leonessa (16-11), ma il pallino del gioco è sempre nelle mani della Reyer (21-15).

L’avvio di secondo quarto è da dimenticare per la Germani, che incassa il 7-0 della Reyer (28-15) con Biligha, Peric e la tripla di Cerella. Difesa impenetrabile dei tricolori, Haynes (11 punti) continua lo show (30-16), poi decide di iscriversi a referto anche il rientrante Bramos (34-20).

Brescia risale la china nel finale con un paio di incursioni di Hunt (36-27). Terzo quarto spettacolare della Reyer, difesa impenetrabile, contropiede e Germani al tappeto. Si accende anche Daye con 7 punti di fila (45-30), Haynes è incontenibile, Brescia prima a20 (50-30), poi, complice il tecnico a Diana, anche a23 (57-34).

Ultimo quarto da incubo per la Reyer, che incassa un 16-3 nei primi 7di gioco che riportano clamorosamente a galla la Germani (62-57). Peric è infallibile dalla lunetta (66-57), poi lo imita Biligha (68-59), Brescia è domata

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro