Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Turismo in crescita per Pasqua

Gli ultimi dati confermano il trend con un aumento del 2,4% rispetto al 2017. Operatori soddisfatti

JESOLO. Pasqua “bassa”, l’anticipo sul calendario non giova alla domanda turistica per le spiagge, ma gli operatori prevedono percentuali in aumento.

Jesolo ha 78 alberghi aperti, Bibione 15. Cavallino Treporti, con i suoi 30 camping, non prevede grande affluenza e lo stesso Eraclea che inizia la stagione un po’ più tardi. Il litorale dunque si prepara alle festività con entusiasmo e i primi locali aperti. «Anche per le festività della Pasqua il movimento degli italiani conferma il trend di c ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

JESOLO. Pasqua “bassa”, l’anticipo sul calendario non giova alla domanda turistica per le spiagge, ma gli operatori prevedono percentuali in aumento.

Jesolo ha 78 alberghi aperti, Bibione 15. Cavallino Treporti, con i suoi 30 camping, non prevede grande affluenza e lo stesso Eraclea che inizia la stagione un po’ più tardi. Il litorale dunque si prepara alle festività con entusiasmo e i primi locali aperti. «Anche per le festività della Pasqua il movimento degli italiani conferma il trend di crescita rilevato sin dall’inizio dell’anno e, più recentemente, in riferimento alle settimane bianche».

Bernabò Bocca, il presidente nazionale di Federalberghi, ha commentato così le previsioni per questo weekend pasquale, che vanno comunque a confermare i segnali positivi per le località turistiche . Jesolo per questo fine settimana può contare su 78 hotel (con una disponibilità di circa ottomila posti letto), quasi quanti lo scorso anno (erano 82) quando Pasqua si festeggiò due settimane dopo, quindi con temperature migliori. Secondo i dati forniti da Federalberghi, in generale Pasqua 2018 farà registrare un aumento del 2,4% rispetto a un anno fa. Il 26,2% degli intervistati ha riferito che ha scelto una località di mare per queste vacanze. La spesa media pro capite, comprensiva di trasporto, alloggio, cibo e divertimenti, sarà pari a 353 euro (più 4,7% rispetto ai 337 euro del 2017).

Il 58,8% degli intervistati ha prenotato o prenoterà l’alloggio in cui trascorrere le vacanze di Pasqua rivolgendosi direttamente alla struttura ricettiva; il 53,4% utilizza i social media e la rete per decidere o quantomeno informarsi sull’offerta, sui prezzi e sulle strutture interessate. Per il target di clientela, oltre agli italiani, visto che Pasqua è soprattutto una festa-vacanza tutta italiana, si vedono anche austriaci e tedeschi, oltre ai gruppi di altri Paesi che approfittano per poi visitare Venezia.

«Jesolo conferma di avere sempre un ottimo appeal», commentano all’Aja, associazione jesolana albergatori, «con una forza di attrazione frutto di un grande lavoro di tutti i professionisti del ricettivo, così come di una qualità complessiva della località che ci fa risultare sempre in testa alle preferenze, anche degli stranieri». A Jesolo sono aperti anche i locali notturni. Al Muretto grande nottata di musica domenica, poi il Marina e il King’s. Buone anche le previsioni per Bibione, con 15 strutture ricettive già aperte. Bene anche Caorle, che prevede ottima affluenza. Un po’ in ritardo, perché molto più legate a turismo all’aria aperta e famiglie, Cavallino Treporti e Eraclea. Gli operatori di Cavallino Treporti in particolare ritengono che per i giorni di Pasqua e Pasquetta l’affluenza di turisti sarà ancora moderata, vista la Pasqua bassa, in attesa delle altre feste di 25 aprile, primo maggio e festività tedesche di Ascensione, Pentecoste e Corpus Domini.

©RIPRODUZIONE RISERVATA