Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Furti e ricettazione, arrestata Moira Muccignat di 36 anni

CINTO. Furti e ricettazione, 36enne di Cinto Caomaggiore finisce in manette. Si tratta di Moira Muccignat, coinvolta nell’indagine condotta dai carabinieri su alcuni episodi di furto commessi a...

CINTO. Furti e ricettazione, 36enne di Cinto Caomaggiore finisce in manette. Si tratta di Moira Muccignat, coinvolta nell’indagine condotta dai carabinieri su alcuni episodi di furto commessi a Sacile e Roveredo in Piano, nel pordenonese, nell’aprile del 2017.

Alla donna, all’epoca residente oltreconfine, è stato notificato da parte dei militari dell’arma di Portogruaro il provvedimento emesso dalla Procura della Repubblica di Pordenone, dovendo espiare la pena di 2 anni e 8 mesi di reclusi ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CINTO. Furti e ricettazione, 36enne di Cinto Caomaggiore finisce in manette. Si tratta di Moira Muccignat, coinvolta nell’indagine condotta dai carabinieri su alcuni episodi di furto commessi a Sacile e Roveredo in Piano, nel pordenonese, nell’aprile del 2017.

Alla donna, all’epoca residente oltreconfine, è stato notificato da parte dei militari dell’arma di Portogruaro il provvedimento emesso dalla Procura della Repubblica di Pordenone, dovendo espiare la pena di 2 anni e 8 mesi di reclusione. La 36enne è stata condotta nella casa circondariale di Trieste. Nell’operazione eseguita dai carabinieri della compagnia di Sacile è finito nei guai anche uno studente 27enne di origini albanesi, Emiliano Durishti, residente nella cittadina friulana, ritenuto colpevole di 11 furti aggravati commessi sempre nell’aprile dello scorso anno a Sacile, Aviano e Selvazzano Dentro, nel padovano: dovrà scontare la pena di 2 anni e 8 mesi di reclusione. Lo studente si trovava ai domiciliari a seguito di un’ulteriore operazione che lo scorso settembre aveva portato all’arresto di altri 4 pregiudicati responsabili in concorso di numerosi furti aggravati in abitazioni, esercizi pubblici e commerciali. (a.con.)