Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Sessanta vigili stagionali sulle spiagge del litorale

A Jesolo saranno dislocati 35 agenti, altri 15 a Bibione, i restanti negli altri Comuni Lotta alla contraffazione e all’abusivismo, potenziate le comunicazioni radio 

JESOLO. Sessanta agenti di polizia locale in più sulle spiagge, i sindaci della costa veneziana si attrezzano per garantire la sicurezza dei cittadini e degli ospiti delle località. Ieri nella cornice dell’incontro in Prefettura sul piano di controllo per le festività pasquali si è parlato anche di questo aspetto importantissimo in vista della prossima stagione estiva 2018.

In sede di Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica i rinforzi sono stati argomento principe, da impieg ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

JESOLO. Sessanta agenti di polizia locale in più sulle spiagge, i sindaci della costa veneziana si attrezzano per garantire la sicurezza dei cittadini e degli ospiti delle località. Ieri nella cornice dell’incontro in Prefettura sul piano di controllo per le festività pasquali si è parlato anche di questo aspetto importantissimo in vista della prossima stagione estiva 2018.

In sede di Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica i rinforzi sono stati argomento principe, da impiegare già per il mese di maggio con la richiesta rivolta al Ministero dell’Interno, da concordare con il questore e i vertici dell’Arma dei carabinieri e della guardia di finanza.

Organici rafforzati. L’accordo di collaborazione sottoscritto ieri con la Prefettura, i Comuni e le categorie, prevede l’aumento degli organici delle polizie locali con risorse anche dei privati sulla base del decreto Minniti, con aumenti di mezzi per contrastare l’abusivismo commerciale, autentica piaga delle località turistiche. Saranno potenziate le trasmissioni radio in spiaggia, incrementando i ponti radio. Le associazioni di categoria finanzieranno l’assunzione di personale a tempo determinato e daranno impulso alla campagna di sensibilizzazione sulle spiagge e nelle strutture ricettive. I soldi sono l’ultimo dei problemi, perché le risorse tra gli operatori e gestori delle spiagge non mancano. Già vengono spesi per servizi di vigilanza privata e si tratta ora di dirottarli sull’assunzione di personale in divisa.

Le categorie. I problemi da chiarire sono dunque di ordine burocratico in una lotta contro il tempo per convocare tavoli e sottoscrivere accordi. Le categorie, infatti, vogliono chiarezza sui tempi, gli orari dei servizi, le zone di competenza. «Abbiamo destinato già una parte consistente di investimenti privati sulla sicurezza» spiega il presidente della Confcommercio mandamentale Angelo Faloppa, «e sulle spiagge di Jesolo, piuttosto che Eraclea o Cavallino, già i gestori di locali ad esempio spendono per la loro vigilanza. Ora bisognerà decidere come e quando contribuire con i Comuni».

I numeri. La Federconsorzi di Jesolo e il sindacato dei balneari Union Mare per la costa veneziana sono in prima linea. «I soldi non mancano», spiega il presidente della Federconsorzi jesolana, Renato Cattai, «a Jesolo servono circa 135 mila euro per 35 agenti stagionali in più ha chiarito il sindaco, Valerio Zoggia. Noi ne spendiamo complessivamente 250 mila e quindi possiamo tranquillamente contribuire per la nostra parte anche per questa cifra indicata. Ora vogliamo sederci attorno a un tavolo per capire tutti assieme con l’amministrazione come potrà essere organizzato il servizio e dove, se di giorno o anche di notte. Poi decideremo concretamente come partire». Anche a Bibione ci sono già dei progetti in tal senso. «A Bibione», conferma il sindaco Pasqualino Codognotto, «arriveranno 15 agenti stagionali. 5 sarebbero specifici per la spiaggia e qui l’aiuto dalle categorie sarebbe fondamentale, con un finanziamento di circa 50 mila euro. L’obiettivo complessivo è di avere più rinforzi e per un periodo più lungo».

Stessa filosofia per le altre spiagge, come Eraclea, dove arriveranno due agenti stagionali in più nell’organico e dove le lettere alle associazioni di categoria per renderle partecipi sono già partite. A Cavallino Treporti, la sindaca Roberta Nesto ha proceduto con l’assunzione di 3 agenti stagionali, con risorse pubbliche, mentre ci saranno accordi per una vigilanza privata coordinata con polizia di Stato, carabinieri e finanza, quindi il potenziamento delle telecamere. Le categorie potranno unirsi. Lo stesso a Caorle e Sottomarina, perché tutte le spiagge hanno ormai compreso il valore aggiunto della sicurezza.

©RIPRODUZIONE RISERVATA