Quotidiani locali

Vai alla pagina su Venezia Calcio
Il Venezia batte l'Ascoli con un rigore

Venezia Calcio

Il Venezia batte l'Ascoli con un rigore

Partita non bella, sbloccata a inizio ripresa dalla rete messa a segno da Geijo

VENEZIA. Basta un rigore al Venezia a inizio ripresa per avere la meglio sull’Ascoli e mantenere salda la zona playoff. Il gol vincente è di Geijo in una partita non bella e nel finale pure nervosa. Ora per il Venezia si apre un trittico non male con Empoli, Cittadella e Frosinone, con i padovani in casa.

Anche al “Penzo”, con un minuto di silenzio, si è ricordata la scomparsa del capitano della Fiorentina Davide Astori.

Primi 20 minuti senza emozioni, con i marchigiani più manovrieri e il Venezia fatica a trovare spazi. Il primo sussulto è al 22’ di Falzerano ma il suo rasoterra in area è ribattuto da un difensore. Tre minuti dopo, replica di Monachella ma il suo tiro da appena fuori è entrale e Audero non ha difficoltà a bloccare. Al 28’ ci prova Litteri su azione d’angolo ma la sfera finisce fuori. Finisce un primo tempo brutto e con poche emozioni, Venezia bloccato e Ascoli più vivace, almeno all’inizio, senza essere pericoloso.

La ripresa si apre subito con un rigore per il Venezia al primo minuto: Martinho atterra Falzerano, Geijo dal dischetto mette dentro il vantaggio. A questo punto la gara vive di fiammate e in una di queste, gli arancioneroverdi vanno vicini al raddoppio al 26’; Garofalo

s’incunea in area, colpo di testa di Geijo, Agazzi tocca e la palla colpisce la traversa due volte. Al 36’, doppio giallo per De Santis e l’Ascoli resta in dieci e anche il tecnico Serse Cosmi è allontanato anzitempo. Il Venezia tiene lontani gli avversari e si porta a casa i tre punti.

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro