Quotidiani locali

Venezia, più diritti per tutte, le donne si mobilitano

Venezia. Non Una di Meno ha manifestato in centro storico coinvolgendo oltre un centinaio di donne

VENEZIA. Oltre un centinaio di donne di ogni età, dalle giovanissime alle sessantenni, si sono date appuntamento giovedì a mezzogiorno in cima al Ponte degli Scalzi per partecipare alla manifestazione per i diritti delle donne e contro la violenza organizzata da Non Una di Meno, la piattaforma nata dal basso che riunisce diverse realtà femminili. L'iniziativa ha visto la partecipazione, tra gli altri, di Casa Iside, Centro antiviolenza, Se non ora Quando, Centro sociale Morion e di altri gruppi spontanei che hanno manifestato contro gli obiettori di coscienza, ricordando l’anniversario della legge 194 sulla legalità dell'aborto.

Diritti delle donne
Diritti delle donne

Il corteo si è spostato dal Ponte degli Scalzi a Campo Santa Margherita, rallentando il flusso di turisti e lavoratori. Molti   turisti, infatti, si sono fermati incuiriositi, qualcuno ha chiesto, altri hanno domandato. Tanti i cartelli, i cori, gli slogan come “non fare la femminuccia” e ancora "fuori gli obiettori dagli ospedali" . La manifestazione si è svolta in altre settanta città italiane.

Venezia, manifestazione per i diritti delle donne di Non Una di Meno Le donne si sono mobilitate giovedì mattina a Venezia, per chiedere diritti, dignità e per lottare contro la violenza

Giovedì pomeriggio alle 18.30 è in programma la passeggiata antiviolenza a Marghera, che si svolgerà lungo il sottopasso della stazione, dove si sono verificate rapine ai danni di donne, per accendere i riflettori sul problema della sicurezza al femminile.

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro