Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Picchiati a caso, è incubo baby gang

Tre minori sono stati circondati dal branco arrivato in Campo Santa Margherita da Marghera: quattordicenne denunciato

VENEZIA. Picchiati senza un motivo, calci e pugni a freddo. In pieno giorno e non curanti delle persone che passavano in campo. Un’azione violenta che doveva essere punitiva nei confronti di un gruppo di ragazzi della zona ma che ha visto sfortunati protagonisti tre giovani che hanno solo avuto la colpa di passare sul posto sbagliato al momento sbagliato. L’episodio è avvenuto sabato pomeriggio alle 15.30 in campo Santa Maria Nova a Cannaregio. Per il momento, dopo la denuncia di due dei tre ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

VENEZIA. Picchiati senza un motivo, calci e pugni a freddo. In pieno giorno e non curanti delle persone che passavano in campo. Un’azione violenta che doveva essere punitiva nei confronti di un gruppo di ragazzi della zona ma che ha visto sfortunati protagonisti tre giovani che hanno solo avuto la colpa di passare sul posto sbagliato al momento sbagliato. L’episodio è avvenuto sabato pomeriggio alle 15.30 in campo Santa Maria Nova a Cannaregio. Per il momento, dopo la denuncia di due dei tre aggrediti, i carabinieri hanno denunciato un 14enne veneziano per violenza e lesioni. Il branco, un gruppo di ragazzi dai 13 ai 17 anni, era arrivato da Mestre e Marghera e tra loro ci sarebbero alcuni dei ragazzi denunciati dalle forze dell’ordine per aggressioni simili avvenute a Marghera ai danni di ci cittadini bengalesi. Apparterebbero alle baby gang che hanno imperversato, per alcuni anni, in terraferma. Gruppi smantellati da polizia e carabinieri con diversi arresti e misure cautelari per reati pesanti compreso l’istigazione all’odio razziale.

Sabato pomeriggio. Sono le 15.30 il campo è trafficato come sempre da ragazzi e turisti che arrivano per ammirare la bellissima chiesa dei Miracoli. Ad un certo punto dal lato Santi Apostoli arriva un gruppo di giovani assai nutrito, almeno una trentina. Quando ai testimoni sono tutti minorenni. Tra loro anche degli stranieri. Hanno spavalderia di quelli che si muovono in branco: ridono e parlano ad alta voce. Bestemmiano e si guardano intorno. Poco dopo arrivano in campo tre ragazzi che abitano in zona. Hanno rispettivamente 14, 15 e 16 anni. Stanno parlando tra di loro. Uno del branco si avvicina ai tre, Alcune parole e inizia a picchiarli. Altri aiutano a colpire di malcapitati, C’è un fuggi fuggi dei ragazzi del campo. Intervengono alcuni commercianti del posto. Uno ospita nel suo esercizio i tre aggrediti, mentre un altro fa entrare in bottega altri ragazzini. A questo punto il branco si disperde.

Gli aggrediti senza motivo, tornano a casa. Raccontano ai genitori quanto successo. Hanno contusioni guaribili in 5 giorni. Due presentano denuncia ai carabinieri. Grazie alle loro testimonianza i militari individuano e denunciano il ragazzo che per primo li ha picchiati. Si tratta di un 14enne del centro storico. A raccontare chi sono quelli del branco sono altri giovani, Si tratta del gruppo di veneziani cercati dal branco. Questi sono arrivati apposta da Mestre e Marghera per loro, per un regolamento di conti, Cercano un ragazzo alto e grosso che avrebbe picchiato un piccoletto di Mestre. Al branco appartengono ragazzi italiani, dell’est Europa e di etnia sinti.