Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

"Quella rotatoria decentrata è un pericolo mortale"

Da 10 anni gli abitanti di Grassaga denunciano i rischi rappresentati dal rondò: "E' disassata rispetto alla strada e c'è una cattiva segnaletica". I passeggeri del pullman: "Abbiamo sentito un botto e le lamiere che si contorcevano: spaventoso".

NOVENTA. La rotatoria di Grassaga, nel territorio di Noventa ai confini con San Donà dove oggi è avvenuto lo spaventoso schianto tra un pullman dell'Atvo e un'Opel Corsa, incidente costato la vita a una donna di 45 anni, P.F., è stata realizzata circa 10 anni fa per regolare i flussi verso la frazione di Grassaga di San Donà e la zona industriale che Noventa condivide territorialmente con San Donà.

Auto contro un pullman Atvo, muore donna di 45 anni

Da allora, i residenti ne denunciano inutilmente  l’estrema pericolosità che fa il paio ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

NOVENTA. La rotatoria di Grassaga, nel territorio di Noventa ai confini con San Donà dove oggi è avvenuto lo spaventoso schianto tra un pullman dell'Atvo e un'Opel Corsa, incidente costato la vita a una donna di 45 anni, P.F., è stata realizzata circa 10 anni fa per regolare i flussi verso la frazione di Grassaga di San Donà e la zona industriale che Noventa condivide territorialmente con San Donà.

Auto contro un pullman Atvo, muore donna di 45 anni

Da allora, i residenti ne denunciano inutilmente  l’estrema pericolosità che fa il paio con un altro punto critico della viabilità locale che è il semaforo nel centro  di Grassaga.

La rotatoria è infatti decentrata rispetto l’asse stradale e secondo i residenti nella zona c’è anche una carenza di segnaletica che avverta della sua presenza.

I passeggeri dell’autobus ieri mattina erano seduti in attesa di arrivare al terminal sandonatese di piazza IV Novembre quando sono stati improvvisamente sbalzati sui sedili del mezzo pubblico dopo l’impatto impressionante con l’auto: “E’ stato un colpo violentissimo”, hanno raccontato, “abbiamo sentito le lamiere che si contorcevano. Poi ci siamo affacciati e abbiamo visto le condizioni in cui si trovava l’auto con la donna a bordo ed è stata una scena davvero spaventosa”.

 “Da anni denunciamo la pericolosità di questa rotatoria”, spiegano alcuni cittadini di Grassaga, “perché è molto grande, ma è stata realizzata piuttosto decentrata rispetto alla sede stradale. Dovrebbe essere segnalata in modo evidente, invitando i veicoli a rallentare in prossimità. Tutto l’asse stradale dal territorio di Noventa a quello di Grassaga di San Donà è estremamente pericoloso, perché dopo la rotatoria arriva il semaforo centrale della frazione. Ogni settimana qui si verifica almeno un incidente”.