Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Pestaggio "a caso" a Venezia. Baby gang manda all'ospedale tre ragazzini

Selvaggia aggressione in pieno giorno in campo Santa Maria Nova. In 30 contro il terzetto di adolescenti. Sono stati salvati solo grazie ad alcuni commercianti che li hanno fatti entrare nei loro negozi sbarrando poi l'ingresso

VENEZIA. Aggrediti senza motivo. Calci e pugni a freddo in pieno giorno e in campo. Gli aggressori erano una trentina, gli altri tre.

L’episodio è avvenuto sabato pomeriggio alle 15.30, a Venezia, in campo Santa Maria Nova. La violenza tipica di una baby gang che ha colpito a caso e che preoccupa non poco abitanti e commercianti della zona.

I ragazzini picchiati sono dovuti andare al pronto soccorso a farsi medicare. Già presentate ai carabinieri le denunce da parte dei genitori delle t ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

VENEZIA. Aggrediti senza motivo. Calci e pugni a freddo in pieno giorno e in campo. Gli aggressori erano una trentina, gli altri tre.

L’episodio è avvenuto sabato pomeriggio alle 15.30, a Venezia, in campo Santa Maria Nova. La violenza tipica di una baby gang che ha colpito a caso e che preoccupa non poco abitanti e commercianti della zona.

I ragazzini picchiati sono dovuti andare al pronto soccorso a farsi medicare. Già presentate ai carabinieri le denunce da parte dei genitori delle tre giovani vittime del pestaggio.

Chi ha assistito all’episodio parla di violenza gratuita contro dei ragazzi di 15 e 16 anni che stavano rientrando a casa. Il gruppo degli aggressori proveniva da Mestre e Marghera. Tra loro ragazzi italiani e stranieri, la gran parte minorenni. “L’incontro” è in campo i tre hanno incontrato gli altri. Si sono scambiati alcune parole poi i tre sono stati aggrediti senza un vero motivo.

Per fortuna in loro soccorso sono arrivati alcuni commercianti che per ripararli li hanno fatti entrare nel loro negozio. "Altrimenti non sappiamo come sarebbe andata a finire".

Da quanto hanno capito il gruppo che proveniva dalla terra ferma cercava altri giovani. Forse per un regolamento di conti. Ma non trovandoli si sono sfogati con i primi tre che hanno incontrato. Sull’accaduto indagano i carabinieri.