Quotidiani locali

L’8 MARZO A NOALE E SALZANO 

Ecco “le panchine” del rispetto

Un pensiero speciale per Hanè Gjelaj, accoltellata per gelosia

NOALE. Otto marzo significa Festa della Donna, con Noale e Salzano che organizzeranno una serie d’iniziative nei prossimi giorni. A Noale saranno inaugurate le “Panchine del rispetto” per dire no alla violenza; la prima toccherà domani alle 10, in piazza Giovanni Paolo II a Moniego e ci sarà un pensiero speciale per Hanè Giejlai, la donna di 46 anni accoltellata per gelosia in centro paese a fine marzo 2012 dal marito Pashko Gjelaj. All’iniziativa parteciperanno le autorità, il parroco di Moniego don Valeriano Mason, gli studenti della scuola elementare e i piccoli dell’asilo della frazione, le insegnanti.

Domenica alle 10, lo stesso si farà a Noale, in area Beggio con gli studenti delle medie e i professori. Alle 11, in Torre delle Campane, si aprirà l’esposizione dei manifesti di “pubblicità rispettosa” della donna realizzati dagli studenti delle seconde e terze medie. A Salzano ci saranno due incontri con Patrizia Zambon, docente all’Università di Padova di Letteratura italiana, che affronterà il tema della figura della donna nei testi dell’Ottocento. Le serate, organizzate in collaborazione con l’Università Popolare di Mestre, si terranno domani e giovedì 15 marzo, sempre alle 20.30, in Filanda. Ingresso libero. A Robegano, sabato e martedì prossimi (alle 20.30) e domenica (alle 17) sarà proiettato

il film “Dove non ho mai abitato”, di Paolo Franchi, che racconta la storia di Francesca nella Torino-bene. La protagonista è un architetto di talento e si trova a costruire, per gli altri le case dei sogni, tenendo invece intrappolati dentro di sé i propri desideri. (a.rag.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro