Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Il tir dello schianto non è stato rimosso

CAMPAGNA LUPIA. È ancora riverso sulla scarpata sulla Romea, il tir che, condotto da un ungherese è sbandato giovedì scorso provocando la morte di Barbara Penzo che si stava recando al lavoro a...

CAMPAGNA LUPIA. È ancora riverso sulla scarpata sulla Romea, il tir che, condotto da un ungherese è sbandato giovedì scorso provocando la morte di Barbara Penzo che si stava recando al lavoro a Mestre in auto. L’area in cui si trova il mezzo pesante, nel tratto della statale 309 compreso fra Lugo e Lughetto di Campagna Lupia, è stata posta sotto sequestro da parte della magistratura ed è delimitata da un nastro di colore bianco - rosso. L’area verrà dissequestrata nel momento in cui il mezzo sarà portato via, comunque nei primi giorni di questa settimana.

Per rimuovere il mezzo pesante che è praticamente avvitato su se stesso, servono dei mezzi speciali del soccorso stradale che sono stato richiesti dall’autorità giudiziaria. L’auto invece in cui viaggiava la trentenne, una Peugeot di color grigio, è già stata portata via. Nel momento in cui il camion sarà rimosso la statale Romea verrà chiusa o comunque il traffico verrà fatto scorrere su una sola corsia istituendo un senso unico alternato.

Non sono mancate nei giorni scorsi le polemiche sulla pericolisità della strada e che spesso gli autisti dei Tir guidano in condizioni di stress. (a.ab.)