Quotidiani locali

UN MOLDAVO A Jesolo 

Chiede il permesso di soggiorno ma viene arrestato

JESOLO. La polizia arresta A.O., moldavo di 44 anni, ricercato nel suo Paese per contrabbando di derrate alimentari. Si era nascosto in Italia, ma adesso si chiede la sua estradizione. Lo...

JESOLO. La polizia arresta A.O., moldavo di 44 anni, ricercato nel suo Paese per contrabbando di derrate alimentari. Si era nascosto in Italia, ma adesso si chiede la sua estradizione. Lo stratagemma escogitato era semplice, modificando un po’ il proprio cognome e si era dotato di nuovi documenti ucraini. Cercava così di nascondere il suo passato e rifarsi una nuova vita in Italia.

Il piano stava, comunque funzionando, tanto che aveva ottenuto un permesso di soggiorno per motivi di lavoro e stava girando tranquillamente. Ma il commissariato jesolano non ci è cascato e gli agenti, durante un controllo, hanno voluto scavare meglio nel passato del cittadino “ucraino”, risalendo così alla vera identità di cittadino moldavo ricercato dalla polizia di quel Paese.

A.O. è stato, infine, catturato dai poliziotti di Jesolo e trasferito al carcere di Santa Maria Maggiore, in attesa che l’autorità giudiziaria italiana si pronunci sulla sua estradizione. Spesso a Jesolo si sono nascosti criminali e soggetti in fuga dai loro Paesi, ma la polizia del commissariato ha ben collaudato i controlli e difficilmente riescono a passare

attraverso le strette maglie della rete della polizia.

Gli agenti sono molto attenti sotto questo punto di vista e non si fanno mai sorprendere dai pregiudicati che arrivano dall’Est in cerca di farsi una nuova “vita” qui da noi oppure cambiare identità. (g.ca.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro