Quotidiani locali

l’enpa di mira 

Telecamere e azioni legali anti bocconi avvelenati

MIRA. Telecamere di controllo, testimonianze e azioni legali questo il piano d’azione su cui punta l’Enpa (Ente Nazionale Protezione Animali) per identificare e punire le persone che in queste...

MIRA. Telecamere di controllo, testimonianze e azioni legali questo il piano d’azione su cui punta l’Enpa (Ente Nazionale Protezione Animali) per identificare e punire le persone che in queste settimane hanno gettato bocconi avvelenati a Mira Taglio, Cazzago di Pianiga e anche Spinea. Sono stati segnalati infatti bocconi di carne intrisi di metaldeide un veleno neurotossico utilizzato come lumachicida. Sono stati sparsi anche bocconi con veleno per topi che provocano in questi caso dei dissanguamenti agli animali. «Siamo pronti se queste persone verranno scovate», spiega il referente dell’Enpa Roberto Martano, «a perseguirli penalmente con i nostri avvocati. Chi compie questi atti va identificato e assicurato alla giustizia e pagare per quello che fa».

I bocconi sono stati sparsi lungo il canale Serraglio fra Dolo e Cazzago. E qui a denunciare il pericolo per mezzo di post su Facebook sono stati direttamente i residenti, a Spinea poco distante da via Roma dove sono stati uccisi alcuni gatti, mentre a Mira l’area colpita è quella della zona del cimitero comunale

dove si trova anche un’area cani. Le carcasse degli animali uccisi sono state inviate all’istituto zooprofilattico per una autopsia: sono stati informati da parte dell’Enpa per gli episodi di cui è venuta a conoscenza anche l’Usl 3 Serenissima e le forze dell’ordine. (a.ab.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro