Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Lavori e taglio del debito nel bilancio comunale

CAVARZERE. Approvazione del bilancio e del documento unico di programmazione (Dup) per il triennio 2018-2020 sono stati discussi nel corso della seduta consiliare di ieri sera. «Non vi sono nubi all’...

CAVARZERE. Approvazione del bilancio e del documento unico di programmazione (Dup) per il triennio 2018-2020 sono stati discussi nel corso della seduta consiliare di ieri sera. «Non vi sono nubi all’orizzonte», dice il sindaco Henri Tommasi, «con un bilancio che ci avvantaggia anche di circa 100 mila euro dall’operazione di rifinanziamento mutui messa in campo nel 2017, di altri 40 mila euro di credito Irap degli anni precedenti e di oltre 54 mila euro di recupero somme giacenti presso utenti integrati in strutture residenziali».

Sul fronte delle entrate nel 2017 sono state poste le basi per gli accertamenti e quindi per recupero della Tari, che nel 2018 non subirà alcun aumento ad esclusione dell’indice di inflazione già programmato pari all’1,7%. Nel 2018 vi sarà anche il previsto rinnovo del contratto dei comunali (fermo dal 2009) con la spese per il personale che comunque avrà una contrazione del 13, 76% per via del minor numero di dipendenti. Sul fronte debitorio il comune fa sapere che non sono stati accesi nuovi debiti e che lo stock di debito è passato dai 18 milioni e mezzo circa del 2010 ai 9 milioni e 900 mila euro previsto alla fine dei tre anni, scendendo per la prima volta sotto il muro dei 10 milioni di euro.

Oltre al sostegno delle attività didattiche e culturali, continueranno i lavori presso la scuola “Alighieri” mentre, dopo il completamento della ciclabile di via Regina Margherita è in fase di appalto la riqualificazione di via Mazzini, quindi il completamento delle opere del nuovo ponte di Boscochiaro, mentre poi uscirà il bando di gara per il 1° stralcio dell’ex macello. Infine previsti anche nuovi loculi e la ristrutturazione del cimitero di Rottanova.

Daniele Zennaro