Quotidiani locali

Impianti sportivi esposto di Boldrin sulla gara d’appalto

CAMPOLONGO. Un esposto-denuncia chiede alla Procura della Repubblica di Venezia di fare chiarezza sull’esito della gara d’appalto per assegnazione degli impianti sportivi a Campolongo. È stato...

CAMPOLONGO. Un esposto-denuncia chiede alla Procura della Repubblica di Venezia di fare chiarezza sull’esito della gara d’appalto per assegnazione degli impianti sportivi a Campolongo. È stato predisposto da Oriana Boldrin, presidente dell’associazione Mondo Di Carta e dagli avvocati Davide e Danilo Taschin. «Tante cose», dice Oriana Boldrin carte alla mano, « non tornano, la giunta guidata dall’ex sindaco Alessandro Campalto dovrà spiegarci come mai gli impianti sportivi a Campolongo sono stati affidati ad Arci nonostante questa non avesse portato alcun bilancio all’ente locale. A questo proposito va chiarito che se un documento viene smarrito ce ne devono essere altre copie, e quindi il bilancio si poteva e si doveva fare, e portare al Protocollo comunale». Ma non solo.

«La giunta Campalto dovrà inoltre spiegare come mai la concessione è stata data per oltre 10 anni sempre ad Arci e come mai la concessione, relativa alla gara d’appalto, sia stata fatta con una persona che di lavoro fa il dipendente pubblico. Per legge può un dipendente pubblico partecipare a una gara d’appalto», si chiede Boldrin?».

Nei giorni scorso la Boldrin e i suoi legali hanno depositato alla caserma dei carabinieri di Campagna Lupia un esposto denuncia alla Procura chiedendo di indagare

sulla possibile mala gestione dell’ex villa del boss della mafia del Brenta Felice Maniero, da parte dell’associazione Affari Puliti. Di fronte all’esposto annunciato, Alessandro Campalto avverte: «O queste accuse vengono provate o scattano querele per calunnie». (a. ab.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro