Quotidiani locali

concordia 

Coniugi deceduti nello schianto sabato i funerali

CONCORDIA. È stato rilasciato ieri dalla Procura di Pordenone il nulla osta alla sepoltura di Sante Dazzan (71 anni) e Luisa Vianello (67), i coniugi di Concordia deceduti il 15 febbraio a seguito di...

CONCORDIA. È stato rilasciato ieri dalla Procura di Pordenone il nulla osta alla sepoltura di Sante Dazzan (71 anni) e Luisa Vianello (67), i coniugi di Concordia deceduti il 15 febbraio a seguito di un incidente stradale avvenuto di fronte alla Casa del Trattore, sulla Triestina. Domani, con inizio alle 19.30, verrà recitato il rosario in suffragio, mentre sabato alle 15 verranno celebrati i funerali, sempre nella Concattedrale di Santo Stefano, in piazza Costantini a Concordia Sagittaria, a pochi passi dalla loro abitazione di via San Pietro.

Intanto sono emersi alcuni particolari dall’esame esterno sulle salme effettuato lunedì mattina dal medico legale Antonello Cirnelli su incarico del pm Federico Facchin. A seguito dell’impatto tra la Fiat 600 su cui viaggiavano i coniugi e la Mercedes guidata da B.R., 80 anni di Lison, ricoverato all’ospedale dell’Angelo di Mestre e indagato per omicidio stradale, Sante Dazzan ha subìto una frattura molto ampia del bacino mentre Luisa Vianello ha rimediato la rottura dei femori. La morte è sopraggiunta all’istante. Alcuni dei testimoni hanno riferito che non riescono a chiudere occhio a distanza di giorni. La figlia della

coppia, Federica, ha ripreso intanto a insegnare al liceo Marco Belli. Nel dolore anche l’altro figlio, Pier Domenico. In questi giorni i due hanno ricevuto la solidarietà di moltissimi concordiesi. Sante e Luisa erano amici di lunga data del sindaco, Claudio Odorico. (r.p.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro