Quotidiani locali

Il precedente risale allo scorso novembre nell’incidente morì una mamma di 38 anni

PRAMAGGIORE. Il precedente impatto mortale, nello stesso punto, era avvenuto il 13 novembre scorso. Anche quel giorno faceva molto freddo. Michela Caovilla era una mamma molto impegnata. Originaria...

PRAMAGGIORE. Il precedente impatto mortale, nello stesso punto, era avvenuto il 13 novembre scorso. Anche quel giorno faceva molto freddo. Michela Caovilla era una mamma molto impegnata. Originaria di Torre di Mosto, 38 anni, viveva per la famiglia e il figlio di 6 anni. Con il marito e il piccolo abitavano a Blessaglia di Pramaggiore, dietro la Record Cucine. Quel giorno, dopo la pausa sul suo luogo di lavoro alla Co. Met. Fer dove era impiegata, Michela era andata a prendere il piccolo dai parenti di Torre, dopo che questi aveva lì frequentato la scuola. Assieme, su una Fiat Punto bianca, Michela a il bambino si trovavano fermi all’incrocio sulla Triestina, quando a un tratto era sopraggiunto un camion con container a rimorchio, che sbandava paurosamente dopo che da via Zoccat era sbucata una Station Wagon guidata da un uomo di San Stino. Il cassone del camion aveva colpito in pieno la Punto e vedendo il mezzo ondeggiare

Michela con istinto materno ha proteso il braccio per proteggere il piccolo. Un intervento fondamentale, perché attutì l’impatto tra il bambino e il parabrezza. Lui si salvò, dopo giorno di paura all’ospedale di Treviso. La mamma eroina, Michela, era invece morta sul colpo.(r.p.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro