Quotidiani locali

Controlli antidroga in Campo San Pantalon: il cane Zorzi fiuta la marijuana

Prosegue l'offensiva dei carabinieri contro lo spaccio. Il cane ha trovato lo stupefacente nascosto in un vaso. Arrestato un ricercato, un'altra persona denunciata

VENEZIA. Da settimane prosegue incessantemente l’azione di contrasto dei carabinieri di Venezia nei confronti dell’uso ed il traffico di sostanze stupefacenti in Campo San Pantalon, divenuto negli ultimi tempi al centro dell’attenzione delle cronache veneziane, soprattutto per le proteste dei residenti che si sono costituiti in comitato per lamentare una situazione di degrado accresciuta esponenzialmente, creando forte preoccupazione.

I carabinieri della Compagnia di Venezia, in concomitanza con l’inizio del periodo del Carnevale, che porta ovviamente maggiore affluenza nelle zone della movida, hanno avviato una serie di servizi mirati a debellare il fenomeno del consumo e dello spaccio delle sostanze stupefacenti in Campo San Pantalon e anche nell’ultimo fine settimana i risultati non si sono fatti attendere.
 
Un tunisino di 38 anni, Trabelsi Mehdi, in Italia senza occupazione e senza una fissa dimora, è stato arrestato in quanto a seguito del controllo dei carabinieri è risultato essere ricercato dovendo scontare una condanna a 9 mesi di reclusione per il reato di atti persecutori. Un altro uomo, sempre tunisino, invece è stato denunciato in stato di libertà per violazione dell’ordine di allontanamento dal territorio nazionale in quanto soggetto irregolare già colpito da decreto di espulsione.
La marijuana trovata dal cane...
La marijuana trovata dal cane antidroga dei carabinieri
Inoltre in Corte Nova, adiacente a San Pantalon, grazie al fiuto del cane Zorzi, la punta di diamante dei carabinieri cinofili di Venezia, è stato possibile individuare un sacchetto nascosto nel vaso di una pianta contenente circa 30 grammi di marjuana, verosimilmente lì occultata per poter essere successivamente prelevata e destinata alla locale piazza di spaccio. 
 
Infine altri tre ragazzi tutti sui vent’anni sono stati pizzicati in possesso di modiche quantità di sostanza stupefacente compatibili con l’uso personale e pertanto segnalati alla Prefettura.
Questo tipo di operazioni poste in essere dai carabinieri della Compagnia di Venezia, che fino a questo momento hanno avuto un impatto molto positivo, raccogliendo un discreto successo tra i residenti della zona, proseguiranno ad oltranza, assicurando una risposta forte da parte dello Stato alle esigenze di sicurezza e legalità dei cittadini. 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori