Quotidiani locali

Muore per mesotelioma il giudice ordina l’autopsia

Concordia. Bloccato il funerale di Antonio Camponogara, dell’omonima azienda La procura vuole verificare se il tumore è insorto per l’esposizione all’amianto

CONCORDIA. È deceduto mercoledì scorso per mesotelioma a 84 anni Antonio Camponogara, dopo una vita passata nell’azienda di famiglia, la Camponogara Fratelli, impresa di costruzioni molto attiva in tutto il Nordest. La Procura di Pordenone vuole capire se la malattia che ne ha provocato la morte sia collegata o meno all’esposizione da amianto; e per questo ha ordinato l’autopsia che si terrà domani alle 14.30 a Portogruaro e sarà eseguita dal medico legale Antonello Cirnelli. La famiglia dell’imprenditore non aveva chiesto l’autopsia che è stata poi decisa dal giudice.

Persona molto conosciuta, Antonio Camponogara ha dedicato una vita al suo lavoro e alla famiglia. L’impresa di costruzioni Camponogara Fratelli, con sede in via Altinate, è un nome noto nel campo nelle costruzioni, e ha contribuito allo sviluppo di tutto il mandamento portogruarese. A Concordia, nell’epoca del boom economico, la Camponogara ha lavorato molto. L’84enne faceva parte di una famiglia numerosa composta da 10 fratelli, di cui 2 deceduti prima di lui e in casa è cresciuto con la propensione a lavorare presto, fin da ragazzi, per costruirsi un futuro dignitoso. A casa, in Borgo Mameli, il clima è di profonda mestizia. «Mio nonno», ha riferito affranta la nipote, «ha sempre lavorato con le macchine operatrici e con le escavatrici. Con i suoi fratelli ha creato una vera e propria dinastia nel suo campo». La comunicazione della Procura pordenonese è arrivata un po’ inaspettata. «Non sappiamo cosa dire», ha aggiunto, «noi non abbiamo presentato alcun esposto alla magistratura. Da quello che siamo riusciti a capire, pare che questa procedura sia una prassi. L’autopsia comunque fa slittare la data dei funerali, che ovviamente non sono stati ancora fissati.

Nell’ultimo periodo il nonno ha sofferto molto, e dopo la sua dipartita vorremmo tempi certi per fissare le esequie. Nel frattempo aspettiamo». Antonio Camponogara lascia nel dolore, oltre alla nipote, la moglie Bruna e la figlia Loredana, oltre ai fratelli che sono

stati per decenni suoi compagni di lavoro.

La notizia della sua morte e della coda giudiziaria ha rattristato molto la comunità di Concordia, che ora attende notizie certe sulle cause del grave tumore che aveva colpito l’anziano imprenditore.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro