Quotidiani locali

Mestre. Operazione antidroga al Parco Bissuola: due arresti e denunce

Sequestrati stupefacenti di tutti i tipi. I consumatori segnalati al prefetto: perderanno la patente

MESTRE Controlli al parco Albanese di Mestre, l'area verde più vicina a molti istituti scolastici, da parte dei carabinieri. Impiegati, oltre ai militari della compagnia mestrina anche quelli del Battaglione Veneto, assieme ai cani antidroga dei vigili urbani.

I carabinieri hanno chiuso alcune uscite e passato a setaccio alcune zone. Sono così stati sorpresi due spacciatori nigeriani intenti ad occultare degli involucri nelle alte siepi di recinzione del parco. La coppia di spacciatori, già noti  per reati simili, tentavano di ostacolare le operazioni di identificazioni con atteggiamenti aggressivi e poco collaborativi. All’interno della siepe, appena riposti in maniera da riuscire facile il recupero, ma nascosti alla vista, i carabinieri trovavano cinque involucri contenenti più di un etto di marijuana.

I due sono stati arrestati e uno di loro anche denunciato per resistenza.

Denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti anche D.L. marocchino, trovato in possesso di oltre 33 grammi di marijuana, evidentemente destinata allo spaccio.

Due sono invece le persone sorprese alla guida delle rispettive autovetture con tasso alcolemico fuori limite e che hanno visto ritirata la propria patente. Sono invece

tre le persone segnalate al Prefetto come consumatori di stupefacente, poiché sorpresi con modiche quantità di eroina. Per loro il ritiro della patente e l'obbligo di seguire un programma al Sert.

I servizi di controllo continueranno ad essere effettuati a cadenza settimanale.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori