Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Liceo Belli, la caldaia ancora in tilt

Portogruaro. Ieri sera improvviso nuovo guasto all’impianto. I cento studenti divisi in tre altri istituti

PORTOGRUARO. Freddo al Liceo Pedagogico Marco Belli, un altro istituto è venuto incontro alla dirigenza scolastica dopo il guasto alle caldaie avvenuto lunedì mattina, in uno dei periodi più freddi dell’anno. Dopo l’Isis Luzzatto e l’Ipsia D’Alessi, il Liceo XXV Aprile ieri ha messo a disposizione alcune aule.

Una emergenza destinata a continuare perché proprio ieri sera dopo una giornata nella quale i tecnici avevano tentato di risolvere il guasto, con una tubazione esterna provvisoria, è e ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

PORTOGRUARO. Freddo al Liceo Pedagogico Marco Belli, un altro istituto è venuto incontro alla dirigenza scolastica dopo il guasto alle caldaie avvenuto lunedì mattina, in uno dei periodi più freddi dell’anno. Dopo l’Isis Luzzatto e l’Ipsia D’Alessi, il Liceo XXV Aprile ieri ha messo a disposizione alcune aule.

Una emergenza destinata a continuare perché proprio ieri sera dopo una giornata nella quale i tecnici avevano tentato di risolvere il guasto, con una tubazione esterna provvisoria, è emersa una nuova perdita che ha scaricato l’impianto, in funzione già da un paio d’ore.

Lo ha comunicato la Città metropolitana di Venezia, proprietario dell’immobile, i cui tecnici hanno lavorato da subito per risolvere il guasto, dovuto a un inconveniente; cioè la perdita da una tubazione che impediva il raggiungimento delle previste temperature nei locali dell’ala Weber, dove la colonnina di mercurio si fermava ad appena 13 gradi.

«Non si tratterebbe quindi di problemi di tenuta della riparazione», comunica la Città metropolitana, «bensì di una nuova perdita interna all’edificio che per ora non è possibile localizzare. A causa di questo non sarà possibile far ripartire, gli impianti dell’ala Weber già per domani (oggi, Ndr) per evitare di coinvolgere nel malfunzionamento tutti i circuiti dell’istituto. La notizia ha colto di sorpresa anche il sindaco: «Domattina (oggi, Ndr) mi recheró personalmente all’Istituto Belli assieme al dirigente della Città metropolitana ai lavori pubblici per verificare l’entità del guasto. Assieme ai tecnici valuteremo il da farsi per limitare al minimo il disagio agli studenti e alle famiglie» . La notizia del nuovo guasto è arrivata dopo che per tutta la giornata si è cercato di ridimensionare il malfunzionamento della caldaia, annunciando per oggi la ripresa delle lezioni nell’ala Weber del liceo Belli, interessato negli ultimi anni da importanti lavori interni.

«Per questo liceo», ricorda la Senatore, «sono stati eseguiti interventi per quasi 650 mila euro. Nel 2014 ben 400 mila euro sono stati spesi per interventi di adeguamento dell’edificio ex palestrina per realizzare due aule in più; e altri 119. 543 euro per superare alcune criticità strutturali. E poi nel 2015 e nel 2016 sono stati spesi complessivamente 100 mila euro per adeguare i sistemi di sicurezza».

©RIPRODUZIONE RISERVATA