Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Corteo acqueo dopo il funerale per l’ultimo saluto a Tonini

VENEZIA. Si attende per stamane la conferma se sarà possibile celebrare i funerali di Alessandro Tonini lunedì alle 11 nella chiesa Ss. Giovanni e Paolo. A chiedere espressamente quella sede...

VENEZIA. Si attende per stamane la conferma se sarà possibile celebrare i funerali di Alessandro Tonini lunedì alle 11 nella chiesa Ss. Giovanni e Paolo. A chiedere espressamente quella sede specificando data ed orario, i famigliari del carpentiere 49enne di Cannaregio, vittima dell’incidente mortale in barchino da gara di domenica scorsa nella zona Saline di Treporti. Una cerimonia funebre che si preannuncia molto sentita in tutta la laguna veneziana dove Alessandro Tonini, noto come “Sand ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

VENEZIA. Si attende per stamane la conferma se sarà possibile celebrare i funerali di Alessandro Tonini lunedì alle 11 nella chiesa Ss. Giovanni e Paolo. A chiedere espressamente quella sede specificando data ed orario, i famigliari del carpentiere 49enne di Cannaregio, vittima dell’incidente mortale in barchino da gara di domenica scorsa nella zona Saline di Treporti. Una cerimonia funebre che si preannuncia molto sentita in tutta la laguna veneziana dove Alessandro Tonini, noto come “Sandro” , aveva molti amici che condividevano con lui la passione per il diportismo sportivo. La sua fama di esperto di riparazioni di interni di taxi acquei ma anche di appassionato realizzatore e collaudatore di scafi per barchini sportivi, ha suscitato infatti grande cordoglio. Tanti hanno per questo voluto affidare un pensiero ai social ricordandolo come un diportista prudente e con la testa sulle spalle nonostante la passione per la velocità che sperimentava nel tempo libero col suo barchino Manta in luoghi poco trafficati come la zona delle Saline .

«Fra le ipotesi che stiamo valutando se il meteo che lo permetterà», conferma il nipote «anche l’idea di organizzare con parenti ed amici un corteo acqueo. Attendiamo il via della parrocchia per la cerimonia prima di dare per certa questa iniziativa».

Continuano intanto le indagini della capitaneria di porto di Jesolo e Cavallino-Treporti per fare luce sulla dinamica dell’incidente. Proprio in queste ore i militari della guardia costiera coordinati dal tenente di vascello Luigi Tricarico stanno acquisendo il video estrapolato dalla registrazione di una videosorveglianza privata che potrebbe fornire elementi utili a ricostruire la velocità del barchino al momento del ribaltamento in acqua.

Francesco Macaluso