Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Parte la raccolta differenziata primo giorno con 5 multe

CAORLE. La raccolta differenziata nel quartiere di Santa Margherita, e in genere nel rione di Ponente, si è aperta ieri con 5 multe elevate dagli ispettori ambientali che hanno sorpreso 5 cittadini...

CAORLE. La raccolta differenziata nel quartiere di Santa Margherita, e in genere nel rione di Ponente, si è aperta ieri con 5 multe elevate dagli ispettori ambientali che hanno sorpreso 5 cittadini che non hanno rispettato le regole disposte da un decreto sulla tutela dell’ambiente. E quello di Caorle è certamente un ambiente che va salvaguardato. Quella di ieri, infatti, era la prima giornata di raccolta del sistema porta a porta a Levante.

Cinque residenti sono stati sorpresi dagli ispett ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CAORLE. La raccolta differenziata nel quartiere di Santa Margherita, e in genere nel rione di Ponente, si è aperta ieri con 5 multe elevate dagli ispettori ambientali che hanno sorpreso 5 cittadini che non hanno rispettato le regole disposte da un decreto sulla tutela dell’ambiente. E quello di Caorle è certamente un ambiente che va salvaguardato. Quella di ieri, infatti, era la prima giornata di raccolta del sistema porta a porta a Levante.

Cinque residenti sono stati sorpresi dagli ispettori ambientali incaricati da Asvo mentre conferivano i rifiuti in modo scorretto nella stessa posizione in cui in precedenza c’era un cassonetto dell’immondizia. La sanzione amministrativa è di qualche decina di euro da pagare agli uffici preposti. Ne dà notizia il presidente di Asvo Luca Michelutto. «Il bilancio della prima giornata del porta a porta a Ponente si chiude con impressioni tutto sommato positive. Quasi tutti», osserva il presidente dell’ente a partecipazione pubblica, «hanno rispettato le regole. Ci dispiace soltanto per quelle 5 persone che sono state individuate dai nostri agenti mentre conferivano i rifiuti per strada in modo molto scorretto. Avranno modo di pagare e di comportarsi in modo diverso la prossima volta». Sembra che l’abbandono dei rifiuti sia stato infatti consapevole. I trasgressori sapevano quello che stavano facendo.

A ogni modo il porta a porta a Caorle è in una fase irreversibile: non si può tornare indietro. Si continua con questo calendario.

Domani sarà ritirato, sempre a domicilio, il rifiuto secco con sacchetto verde semitrasparente marchiato Asvo, e sarà svuotato il contenitore per pannolini. Venerdì 9 invece sarà svuotato, sempre a domicilio, il mastello giallo della carta. (r.p.)