Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Mascarin con Fratelli d’Italia la maggioranza è più forte

PORTOGRUARO. Maggioranza più solida. Una novità rende più vivace il clima politico in città. Gastone Mascarin entra a far parte di Fratelli d’Italia, con la qualifica di “simpatizzante”. Non ha...

PORTOGRUARO. Maggioranza più solida. Una novità rende più vivace il clima politico in città. Gastone Mascarin entra a far parte di Fratelli d’Italia, con la qualifica di “simpatizzante”. Non ha ancora la tessera, ma potrebbe procurarsela nel giro di un paio di settimane, giusto prima delle elezioni politiche fissate il 4 marzo prossimo.

È la notizia più importante emersa dalla riunione del Consiglio direttivo del partito di Giorgia Meloni, che deve ricostituirsi a Portogruaro, dopo mesi di vuoto. Il coordinatore cittadino di FdI, Michele Lipani, ha fatto il punto della situazione sull’organizzazione della sezione portogruarese, rimasta orfana due mesi fa dell’ex coordinatrice Caterina Pinelli, che a sorpresa ha lasciato il partito per aderire a Forza Italia. Proprio Lipani nel giro di pochi giorni potrebbe essere eletto segretario della sezione della città del Lemene, non ci sarebbero veti. Il medico di origini siciliane sostiene che FdI non è in maggioranza, ma la scelta di Mascarin è quella di aderire al partito e nel contempo di fare da ponte con l’amministrazione. La giunta Senatore ne uscirebbe quindi rafforzata. Gastone Mascarin l’ottobre scorso era finito nell’occhio del ciclone dopo aver patteggiato 6 mesi di reclusione, pena sospesa, per la famosa vicenda delle firme false per la presentazione delle liste di Forza Nuova alle comunali di Venezia e alle Regionali del 2015.

Si era scatenato un putiferio politico tale che venne presentata una mozione di sfiducia a novembre, respinta dopo una situazione di pareggio: 8 consiglieri avevano votato a favore della sua decadenza, 8 invece furono i contrari. Aderendo a Fratelli d’Italia, Mascarin prosegue il percorso politico nelle file della destra italiana.

Da giovane aderì al Movimento Sociale Italiano, per poi confluire in An. Nel frattempo ha fondato la civica CambiAmo Portogruaro, che appoggiò Maria Teresa Senatore poi eletta sindaca proprio nel 2015.

In quella lista civica c’erano tra i candidati consiglieri elementi che si rifanno all’estrema destra, cioè militanti di Forza Nuova.

Infine l’adesione a Fratelli d’Italia, che torna così ad appoggiare la giunta comunale dopo la “pausa” del periodo di Caterina Pinelli, divenuta nel frattempo avversaria della sindaca. (r.p.)