Quotidiani locali

bibione 

Tassa di soggiorno e polemiche

Giovedì fissato un nuovo incontro tra Comune e albergatori

BIBIONE. Giovedì mattina è prevista la giunta comunale di San Michele che affronterà il tema della tassa di soggiorno. Altri incontri sono organizzati nel periodo di Carnevale, tra il 9 e il 12 febbraio. Le categorie dal Comune di San Michele non vogliono scherzi. I commercianti riuniti nell’Ascom di Bibione, intanto, chiedono di entrare nella commissione mista. Nella riunione fiume di venerdì scorso si è parlato, con toni distesi, di esenzione della tassa per i più giovani fino ai 12 anni di età.

Il Comune non vuole però scendere sotto la soglia dell’aumento della tassa fino al 70%. Gli albergatori riuniti nell’Aba vogliono convincere il sindaco ad abbassare le pretese. A fare da mediatore Gianni Carrer, vicesindaco e lui stesso titolare di un hotel. Fino a due settimane fa il Comune era intenzionato a raddoppiare la tassa, ma nella maggioranza si sono levate voci critiche.

Il presidente Giuseppe Morsanuto dell’Ascom si ricorda ancora di quando il sindaco Pasqualino Codognotto gli confidò mesi fa a tavola che avrebbe coinvolto l’Ascom nelle più importanti decisioni per Bibione. «Non dimentico le promesse», ha spiegato, «Codognotto mi promise che avrebbe fatto entrare l’Ascom nella Commissione mista. Quando però non si sa. Noi sulla tassa di soggiorno abbiamo la medesima posizione di don Andrea Vena: vogliamo un accordo, e non vogliamo una situazione come a Jesolo di muro contro muro. Noi siamo equidistanti. Si deve decidere per il bene di Bibione, dei suoi turisti e quindi dei suoi commercianti».

Giorgio

Vizzon e Luca Tallon, i capigruppo delle minoranze, chiedono si faccia presto ad adottare una decisione. Entro fine mese deve essere convocato il consiglio comunale sul bilancio. Ed è probabile che per quel giorno venga presentato il punto sulle modifiche dell’imposta. (r.p.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori