Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Traffico, autorizzati i lavori di riasfaltatura

Interventi lungo via Luneo e le laterali di via Cavin di Sala. Lega critica: «Manca un piano»

MIRANO. Il Comune di Mirano stanzia 90 mila euro per la sicurezza delle strade. Una cifra ricavata dalle variazioni apportate a fine anno al bilancio 2017 e che la giunta Pavanello ha deciso di destinare al manto stradale.

«Il miglioramento della sicurezza stradale», fa sapere il Comune, «è un tema a cui prestiamo continua attenzione e questo anche attraverso la manutenzione di strade, marciapiedi e piste ciclabili». In barba quindi a chi diceva che fioccassero i cantieri solo in clima di campagna elettorale, il Comune ora ripara le strade.

«I soldi sono destinati», continua il Comune, «a interventi straordinari di ripristino delle pavimentazioni stradali e pedonali e a interventi localizzati di miglioramento dell’assetto viario».

Il primo tratto di interventi, per 43 mila euro, riguarda tutto il territorio comunale e comprende la manutenzione di diverse strade e marciapiedi, oltre a piccole modifiche per migliorare la viabilità. Il secondo tratto è destinato al rifacimento di tratti stradali completamente danneggiati, in particolare via Luneo, principalmente nel lato dalla rotatoria verso Salzano; e la laterale di via Cavin di Sala all’altezza del civico 390. Qui il costo complessivo è di 47 mila euro. I lavo ripartiranno in primavera, quando le temperature consentiranno le asfaltature.

La tematica delle strade era già stata affrontata in sede di Consiglio comunale quando gli esponenti del Carroccio, Andrea Tomaello e Matteo Cappelletto, avevano presentato un’interrogazione per capire perché il sindaco Maria Rosa Pavanello, dal 2012, ossia da quando è stata eletta, non abbia adottato «nessuna pianificazione delle opere stradali».

«Parlano di passato ma non di futuro», dice Tomaello, «non hanno idea di come gestire la situazione».

Interrogazione rispedita al mittente da parte dell’assessore ai Lavori Pubblici, Giuseppe Salviato. «Secondo i consiglieri – risponde – c’è una mancata programmazione, ma io ogni anno ricevo dagli uffici competenti l’elenco di tutte le strade da asfaltare. Un elenco che in questi anni è diventato sempre più lungo. Inoltre ogni investimento di rilevanza superiore a 100 mila euro, compresi gli investimenti in tema di manutenzione straordinaria, risulta puntualmente censito nei programmi triennali delle opere pubbliche, approvati ogni anno da parte del Consiglio comunale congiuntamente ai rispettivi bilanci di previsione».

Serenella Bettin