Quotidiani locali

caorle 

Riciclaggio, 4 anni ad Angelo Marchesan

CAORLE. Riciclaggio per una somma pari a 150 mila euro. Il collegio giudicante del tribunale di Pordenone presieduto da Licia Consuelo Marino (a latere De Biasi e Cozzarini) ha condannato ieri a 4...

CAORLE. Riciclaggio per una somma pari a 150 mila euro. Il collegio giudicante del tribunale di Pordenone presieduto da Licia Consuelo Marino (a latere De Biasi e Cozzarini) ha condannato ieri a 4 anni e a 5 mila euro di multa Federico Angelo Marchesan, di Caorle. Pm Maria Grazia Zaina.

Marchesan era difeso dall’avvocato Luciano Striuli che aveva chiesto l’assoluzione con formula piena e ha già anticipato che ricorrerà in appello. Secondo la ricostruzione accusatoria tutto partiva da un presunto caso di emissione di fatture per operazioni inesistenti che coinvolgeva, nel 2009, l’allora legale rappresentante della Door 2000, ditta con sede in provincia di Pordenone. Per l’accusa Marchesan aveva ricevuto 150 mila euro in contanti presi da un conto estero in cui erano confluiti i proventi di origine delittuosa. La somma era stata poi depositata su un conto corrente bancario intestato a una ditta di cui Marchesan era titolare (Mf Service), indicando come causale la riscossione del saldo di una fattura legata a una consulenza da parte dello stesso Marchesan con vendita di beni della Door a una ditta di Spalato. Sempre secondo l’accusa, simulando un rapporto commerciale tra la Mf e la Door, aveva ottenuto tre assegni circolari da 50 mila euro ciascuno intestati alla Door, che venivano versati sul conto della stessa società a titolo di “apporto finanziamento soci” facendo così apparire legittima

– sostiene l’accusa – l’entrata della somma sui bilanci. Il tutto, come detto, risaliva al 2009.

Secondo l’avvocato Striuli le evidenze probatorie in sede dibattimentale sono risultate «assolutamente contrastanti», e non è stato minimamente provato il dolo. (p.t.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori