Quotidiani locali

portogruaro 

Rapine violente in casa: dieci anni

Condannati i due autori dei colpi dove gli inquilini furono picchiati

PORTOGRUARO. Un ventunenne portogruarese, Roki Jankovic, e un 33enne residente a Canda (Rovigo), Roberto Nikolic (alias Igor Cviker), sono stati condannati ieri mattina rispettivamente a 4 anni e 6 mesi (più 1. 032 euro di multa) e a 5 anni e 6 mesi (più 1.500 euro di multa) oltre all’interdizione dai pubblici uffici (rispettivamente per cinque anni e in perpetuo) dal collegio giudicante del tribunale di Pordenone.

Erano imputati per concorso in rapina impropria. Secondo la ricostruzione delineata nel capo d’imputazione, in concorso tra loro e con un altro soggetto non identificato, si erano impossessati di preziosi, orologi e altro materiale per un valore complessivo di circa 16 mila euro, in una casa di San Michele al Tagliamento, usando violenza e minaccia per assicurarsi l’impunità: in particolare, sempre stando alla ricostruzione accusatoria, Jankovic si era sfilato la cintura dei pantaloni brandendola contro il padrone di casa affinché desistesse dall’inseguirlo. Era accaduto il 10 agosto 2016.

Il solo Nikolic era accusato in concorso con un’altra persona non identificata di un altro colpo, nel 2016, in un’abitazione di Portogruaro: secondo il capo d’imputazione si era impossessato di fedi, anelli e altri oggetti di valore (quantificato complessivamente in 15 mila euro). Si era introdotto nella casa scardinando la finestra della cucina. Sorpreso e trattenuto da uno degli inquilini si era divincolato per poter fuggire. Ieri, dunque, la

sentenza del collegio del tribunale di Pordenone presieduto da Licia Consuelo Marino (a latere Iuri De Biasi e Giorgio Cozzarini). I due imputati erano difesi dall’avvocato Sergio Gerin del Foro di Pordenone. A sostenere la pubblica accusa era il sostituto procuratore Marco Brusegan.

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori