Quotidiani locali

dolo 

Fisco, Marco Furlan assolto dall’accusa di calunnia

DOLO. È stato ribattezzato l’imprenditore che si è ribellato al Fisco. E contro il Fisco ha vinto la causa per calunnia: Marco Furlan di Borgoricco, titolare di locali a Mira e Mestre, difeso dagli...

DOLO. È stato ribattezzato l’imprenditore che si è ribellato al Fisco. E contro il Fisco ha vinto la causa per calunnia: Marco Furlan di Borgoricco, titolare di locali a Mira e Mestre, difeso dagli avvocati Stefano Marrone e Federico Veneri, è stato assolto dalla giudice Laura Alcaro di Padova. Furlan aveva depositato due esposti nel 2014 chiedendo chiarimenti su quattro funzionari dell’Agenzia delle Entrate di Padova. In particolare l’imprenditore voleva capire se i quattro potessero essere difesi dall’Avvocatura dello Stato in un procedimento civile, trattandosi di questioni private, e se un altro funzionario potesse fungere da consulente privato per i colleghi. A seguito dell’esposto, Furlan era stato denunciato per calunnia, finendo sul

banco degli imputati. Il processo è arrivato a sentenza l’altro giorno e ha visto l’assoluzione dell’imputato. «È stato dimostrato il pieno diritto di critica del cittadino, ma anche che l’Agenzia delle Entrate non è un ente intoccabile», chiarisce l’avvocato Marrone. (ru.b.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori