Quotidiani locali

Ladri scatenati a Pradipozzo

Rubato in oratorio il computer dei volontari Avis. Raid anche all’asilo, in uno studio e un ristorante  

PORTOGRUARO. Ladri scatenati a Pradipozzo: razzie all’oratorio parrocchiale, all’asilo don Gildo De Marco, alla Tavernetta del Tocai, e allo studio commercialista di Giancarlo Berti. Tutti gli edifici si trovano in via Fornace, che collega la frazione a Summaga. È qui che tra lunedì e martedì, invece, i banditi avevano colpito in tre diverse aziende: la Demo Costruzioni, la Ves Intonaci e la Mio Pavimenti, portando via attrezzatura per 50mila euro.

Alla Demo hanno agito in tre. La conferma si è avuta dalla visione dei filmati delle telecamere. A Pradipozzo si pensa abbia agito uno sbandato in cerca di soldi. Non ne ha trovati, ripiegando su computer e piccoli materiali. I danni agli infissi superano i 10 mila euro. Sfondata pure una porta blindata.

All’oratorio, che ospita anche la sagra di maggio, il raid ha privato la struttura di un computer portatile e di materiale di cancelleria. Il personal computer era stato appena acquistato ed era in uso ai volontari dell’Avis di Pradipozzo. Il valore supera i 1.000 euro. Gli infissi danneggiati sono stati cambiati. Aperti gli armadietti dei bambini. Non contento il ladro ha scavalcato la recinzione, entrando furtivamente nell’attigua scuola dell’infanzia, dedicata a don Gildo De Marco. Per cercare i soldi il bandito non si è fatto molti scrupoli. Ha aperto tutti gli armadietti del personale docente e non docente. Avventandosi poi su quelli in uso ai bambini piccoli. Dall’asilo non sarebbe sparito nulla, ma per i lavoratori e i piccoli tornare a scuola è stato uno shock.

Attraversando la strada il ladro si è introdotto alla Tavernetta del Tocai, punto di riferimento del mangiar bene di queste parti. Non c’era il fondo cassa. Il bandito ha rovistato dappertutto, senza trovare nulla che lo interessasse. Nel locale non ci sono telecamere.

Infine la tappa finale, quella da Giancarlo Berti, nello studio che segue diversi professionisti del portogruarese. Il ladro ha danneggiato la porta blindata, riuscendo ad

accedere nelle stanze. Ha rovistato dappertutto, buttando per aria svariati documenti dei clienti. «È stato un brutto raid», ha spiegato Giancarlo Berti, «i danni sono molto ingenti, ma per fortuna non sono spariti né oggetti di valore né documenti».

Rosario Padovano

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori