Quotidiani locali

VASTA OPERAZIONE

Banda delle slot machines, cinque arresti tra Venezia e Padova

Banda accusata di 24 furti ai danni di sale pocker e slot machine in Veneto, scatta l'operazione dei carabinieri. Danni per almeno 130 mila euro. L'appello del comandante provinciale: "Denunciate"

MESTRE. Cinque persone, di nazionalità romena e moldava, sono state arrestate all'alba dai Carabinieri di
Venezia nell'ambito di un'operazione contro una banda accusata di 24 furti ai danni di sale pocker e slot machine in Veneto. Sono accusati di furto aggravato in concorso. I militari dell'Arma hanno eseguito quattro provvedimenti di custodia cautelare in carcere, e un obbligo di dimora, emessi dal gip del Tribunale di Venezia su richiesta della Procura. Nell'operazione è stata rintracciata anche una sesta persona, un latitante, che era evaso dai domiciliari per far ritorno in Moldova, ed è stato arrestato e portato in carcere.

La banda delle slot machine: i colpi nel video dei carabinieri I colpi della banda dello slot machines che ha colpito in Veneto, tra Venezia e Padova, razziando almeno 24 negozi. Il video dell'Arma dei carabinieri sull'indagine Quadrifoglioleggi l'articolo

Al blitz, scattato stamane nelle province di Venezia e Padova, hanno preso parte una sessantina di carabinieri. I malviventi utilizzavano diverse tecniche di effrazione, oscurando con cura i sistemi di videosorveglianza e bloccando quelli di allarme. I capi di accusa riguardano 24 furti in esercizi pubblici commessi in 13 località delle province di Venezia e Padova, per un danno economico complessivo quantificato in oltre 130.000 euro.

Lunardo: "Denunciate i furti, vi dimostriamo che puniamo i colpevoli" Banda delle slot machines, il comandante provinciale dei carabinieri Claudio Lunardo si rivolge direttamente ai negozianti. (video Giulia Candussi)Leggi l'articolo

 «Le bande organizzate di delinquenti sono purtroppo un fenomeno criminale in continua diffusione, e ogni volta che una viene sgominata siamo di fronte a un passo avanti verso la legalità. Bravi i Carabinieri di
Venezia a individuare e bloccare i componenti di una di queste, già responsabili di una lunga sequela di colpi in esercizi pubblici di slot machine in tante località delle province di Padova e Venezia», commenta il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia. «La lotta conto il crimine, in questo caso quello che ruota attorno ai consistenti proventi del gioco - aggiunge Zaia - è una sfida quotidiana che le nostre forze dell'ordine combattono con abnegazione e capacità, spesso vincendo. A loro va il grazie mio personale e di tutti i veneti per bene».

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon