Quotidiani locali

Ecco chi sono le due donne “forestiere” che stanno mettendo in difficoltà i grillini

CHIOGGIA. Due giovani “forestiere” scelte per guidare settori chiave. Questo il minimo comun denominatore tra Angela D’Este, originaria di Burano, e Elga Messina, siciliana trapiantata a Marcon dove...

CHIOGGIA. Due giovani “forestiere” scelte per guidare settori chiave. Questo il minimo comun denominatore tra Angela D’Este, originaria di Burano, e Elga Messina, siciliana trapiantata a Marcon dove vive e ha uno studio di architettura. La D’Este è entrata in giunta subito, il 6 luglio 2016. Per lei, 39 anni, veneziana, laureata in Scienze della comunicazione, con un’esperienza di sei anni in Regione come collaboratrice amministrativa nella segreteria dell’assessore al turismo, il sindaco Ferro aveva riservato le deleghe a eventi, turismo, commercio, attività produttive e sportello unico.

La Messina è invece entrata in giunta in un secondo momento, nel gennaio 2017, in sostituzione di Marco Boscolo Bielo, defenestrato a dicembre 2016. Alla Messina, architetto siciliano con uno studio a Marcon, Ferro ha assegnato lavori pubblici, urbanistica, edilizia scolastica, edilizia privata, servizi manutentivi. In un anno non si è sentito molto parlare della Messina, né bene né male. Ha in mano settori chiave della città e materiale di cui parlare ne avrebbe molto, ma evidentemente preferisce non apparire sulla stampa.

La D’Este è stata invece al centro di pesanti attacchi dell’opposizione, di Lega e Pd in particolare che non le hanno mai lesinato critiche, soprattutto per la scarsa presenza in città e il mancato confronto su temi centrali per il turismo. Il consigliere dem Jonatan

Montanariello ha presentato una mozione per chiedere che il suo operato di un anno e mezzo sia valutato dal Consiglio. Il provvedimento non è ancora stato discusso, quindi non c’è stato modo di sentire con quale enfasi i consiglieri di maggioranza la difenderanno. (e.b.a.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori