Quotidiani locali

stra 

Bufala sui profughi Il sindaco «Nessun arrivo»

STRA. Trecento firme contro l’arrivo di nuovi richiedenti asilo a Stra. Questo l’esito della petizione promossa dai gruppi “Crescere è futuro” e “Noi con l’Italia di Stra” che, nello scorso fine...

STRA. Trecento firme contro l’arrivo di nuovi richiedenti asilo a Stra. Questo l’esito della petizione promossa dai gruppi “Crescere è futuro” e “Noi con l’Italia di Stra” che, nello scorso fine settimana, hanno allestito un gazebo incontrando i residenti del quartiere “Luma” e di altri comuni del territorio. Quindi, una bufala, apparsa dopo voci elettorali messe in giro dalla Lega Nord.

«Abbiamo dato voce» , spiegano Maricla Sartori, Sonia Bettini e Lucio Ruzzante, «ai tanti cittadini che ci hanno interpellato per chiedere con fermezza che non siano inviati profughi sul nostro territorio. Questa esigenza è condivisibile perché nasce dalla preoccupazione fondata di dover affrontare le stesse gravi problematiche che i profughi, ospiti del hotel Paradiso, hanno causato a Noventa. Nella petizione chiediamo che ci sia il massimo impegno da parte del sindaco e della Giunta contro l’arrivo anche di un solo profugo».

Il sindaco Caterina Cacciavillani aveva già risposto, con una nota, all’iniziativa soffermandosi sul quesito della petizione. «Facciamoci sentire da chi? Perché interpellare i cittadini su questo argomento? Cosa si vuol lasciar intendere al cittadino al quale si presenta tale quesito? Nulla

di tutto ciò viene chiarito, perché nessun arrivo di profughi è previsto a Stra. L’amministrazione comunale dall’inizio dell’emergenza profughi si è adoperata per evitare l’istituzione di Centri Accoglienza Straordinaria di elevate dimensioni e continuerà a farlo» . (g. pir.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon