Quotidiani locali

Cavarzere 

Ponte di Boscochiaro, la ditta esclusa fa causa

Comune citato a giudizio per i danni subiti dall’impresa che aveva vinto il primo appalto

CAVARZERE. Il sindaco di Cavarzere nei guai per la costruzione del dicusso ponte di Boscochiaro. Il Comune di Cavarzere è infatti stato citato a giudizio per danni davanti al tribunale di Venezia dalla ditta costruttrice che aveva vinto l’appalto per costruire il ponte. L’appalto era stato poi rescisso per presunte irregolarità e ora la impresa ha presentato il conto al Comune per i possibili danni subiti. La citazione è stata notificata al sindaco Henri Tommasi il 5 gennaio scorso. Una grana economica non da poco per il Comune in una vicenda che da anni interessa non poco i residenti di Boscochiaro che hanno seguito con grande attenzione la lunga costruzione del nuovo ponte sul canale Gorzone.

Secondo l’ex sindaco Pier Luigi Parisotto dalla delibera di giunta per approvare i lavori di completamento del ponte dell’8 aprile 2015 «emerge che i 170 mila euro di ribasso d’asta, più altri 50 mila per “accordi bonari”, altri 30 mila per maggiori costi dei lavori e 50 mila per l’incarico ad un avvocato per assistere il dirigente comunale, erano diventate così spese maggiori per 255 mila euro e che, insieme al valore della causa, superano il milione di euro». Una somma che comprende, come vuole la legge, anche gli interessi e l’eventuale rivalutazione monetaria.

L’ex sindaco da sempre aveva criticato Tommasi sulla gestione dell’appalto

per la costruzione del ponte di Boscochiaro. Dall’altra parte il sindaco eletto aveva invece dichiarato pubblicamente fino a gennaio 2016 che i lavori procedevano regolarmente per decidere poi, tre mesi, dopo alla rescissione del contratto con la ditta costruttrice.



TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori