Quotidiani locali

IMMIGRAZIONE

Caso Cona, Zaia: Il sistema di accoglienza ha fallito

Zaia non si stupisce dell'intervento della magistratura: «Da mesi nelle cronache nazionali si parla di inchieste su chi gestisce il mondo dell'immigrazione. Questo fa pensare alla necessità di un cambio di marcia e atteggiamento: solo a casa loro possiamo aiutare queste persone, evitando sbarchi e partenze»

VENEZIA. «Ero rimasto fermo al fatto che il centro di accoglienza dei migranti di Conetta doveva essere sgomberato: questo non è accaduto e, prendendo atto del disagio dei cittadini, dico che è una nuova dimostrazione che il sistema di accoglienza e gestione dei flussi di migranti ha fallito». Lo dice il presidente del Veneto, Luca Zaia, a margine della cerimonia in ghetto per il Giorno della memoria, sui risvolti giudiziari attorno alla struttura di accoglienza di Cona. «Non possiamo - prosegue - garantire l'accoglienza qui quando l'80% di chi arriva non sono profughi, ma migranti economici. È per questo, allora, che diciamo ancora una volta "prima il Veneto": non per razzismo, ma perché riteniamo che prima di tutto vadano aiutati coloro che si trovano in difficoltà sul nostro territorio. Fermo restando che quello dei profughi è un altro discorso, a cui bisogna dare risposta».

leggi anche:

Zaia non si stupisce dell'intervento della magistratura: «Leggo anch'io le notizie sui giornali e non mi sorprendo, perché è da mesi che nelle cronache nazionali si parla di inchieste su chi gestisce il mondo dell'immigrazione. Questo fa pensare alla necessità di un cambio di marcia e atteggiamento: solo a casa loro possiamo aiutare queste persone, evitando sbarchi e partenze». (via Ansa).

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori