Quotidiani locali

cavarzere 

Unione con Cona, i “cittadini” sferzano il sindaco Tommasi

CAVARZERE. L’eventualità di una fusione tra Cavarzere e Cona vede particolarmente favorevole il Comitato Cittadini Cavarzerani che reputa questa possibilità come una soluzione ideale per due comuni...

CAVARZERE. L’eventualità di una fusione tra Cavarzere e Cona vede particolarmente favorevole il Comitato Cittadini Cavarzerani che reputa questa possibilità come una soluzione ideale per due comuni sempre più piccoli. «Cavarzere ogni anno», spiega Graziano Edi Corazza, promotore del comitato, «perde circa 200 abitanti. Se perdura questo tipo di situazione, Cavarzere di questo passo perderà del tutto o sicuramente in parte altri servizi importanti per i cittadini. Ecco perché la soluzione di una eventuale fusione tra Cavarzere e Cona è una strada percorribile». Ma se il sindaco di Cona, Alberto Panfilio, è più possibilista, Henri Tommasi, primo cittadino di Cavarzere, è invece più prudente. «Panfilio», dicono ancora dal comitato cittadino, «vede la cosa positivamente, come del resto le associazioni di categoria, mentre il capo dell’amministrazione cavarzerana non ha ancora preso posizione. L’unione di questi due comuni, fatti i relativi passaggi politici e burocratici, oltre al referendum popolare, porterebbe

alla nascita di una nuova città, che si potrebbe chiamare CavarzereCona, che supererebbe i 15 mila abitanti e potrebbe gestire molti più milioni di euro da spendere sull’intero territorio, dare quindi più servizi, anche dal punto di vista dell’assistenza sociale». (d.z.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori