Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

L’innovazione nel turismo doppio convegno di Unicredit

Martedì si parlerà di innovazione tecnologica applicata al turismo Made in Italy. In 84 sedi Unicredit in tutta Italia e in collegamento streaming con l’UniCredit Tower Hall, si dialogherà in...

Martedì si parlerà di innovazione tecnologica applicata al turismo Made in Italy. In 84 sedi Unicredit in tutta Italia e in collegamento streaming con l’UniCredit Tower Hall, si dialogherà in compagnia di esperti del settore turismo e con oltre 2.000 rappresentanti di piccole e medie imprese dislocate sul territorio nazionale. In provincia di Venezia saranno due le sedi interessate: a Venezia, con il coinvolgimento dell’Associazione Veneziana Albergatori, all’hotel Ca’ Sagredo in Campo Santa Sofia; a Jesolo, con la collaborazione dell’Associazione Jesolana Albergatori e dell’Istituto per il Turismo, nella sede della scuola in viale Martin Luther King, 5. Ci sono ancora gli ultimi posti disponibili, per iscriversi bisogna cliccare sul sito https://education.unicredit.it/it.html#

«Il turismo», si legge in una nota di Unicredit, «è certamente un settore strategico per la valorizzazione del Made in Italy. Secondo i più recenti dati Istat, il 2016 è stato un anno di forte crescita del movimento turistico in Italia. La provincia di Venezia si distingue come territorio di eccellenza turistica con ben 6 Comuni nella Top50 nazionale per numero di presenze negli esercizi ricettivi con il 3° posto di Venezia, il 6° di Cavallino-Treporti, il 7° di Jesolo, l’8° di San Michele al Tagliamento, il 9° di Caorle. Anche nella classifica delle presenze per abitante spiccano diverse realtà veneziane: dal 10° posto di San Michele al Tagliamento (445mila presenze ogni mille abitanti) al 48° di Jesolo (204mila presenze su mille abitanti). Trovano spazio anche Cavallino-Treporti (11°) e Caorle (15°).

«Il settore», conclude la nota di Unicredit, «si trova e si troverà a fare i conti con cambiamenti dirompenti, dettati in primis dalle nuove tecnologie». Bisognerà quindi farci i conti.