Quotidiani locali

bibione 

Direttiva Bolkestein e problemi erosione della spiaggia

BIBIONE. «Si continua a discutere così tanto della Bolkestein quando il mare si sta mangiando la spiaggia». I sindaci della costa veneta, coordinati dal primo cittadino di San Michele al Tagliamento-B...

BIBIONE. «Si continua a discutere così tanto della Bolkestein quando il mare si sta mangiando la spiaggia». I sindaci della costa veneta, coordinati dal primo cittadino di San Michele al Tagliamento-Bibione, Pasqualino Codognotto, tornano sulla questione della direttiva europea che metterà in gara le concessioni sul Demanio. Paesi come Germania e Spagna hanno ottenuto consistenti proroghe per le concessioni, anche di 30 anni, mentre l’Italia non ha ancora di fatto certezze sulle concessioni e le attività che insistono su terreno demaniale. Ma il problema più urgente resta la spiaggia, sempre minacciata dal fenomeno erosivo.

«Quali concessioni si metteranno in gara se tra qualche anno, sulla gran parte delle coste italiane i litorali saranno senza sabbia?», si chiedono i sindaci, «lo studio Eurosion promosso dalla Commissione Europea e lo studio Peseta del Joint Research Centre dell’Unione Europea stimano in circa 5,4 miliardi di euro annui il costo dell’erosione costiera compreso tra il 1990 e il 2020 e stabilisce che il numero delle vittime, legate all’erosione costiera o alle alluvioni raggiungerà il numero di 158.000 nel 2020 e che metà delle zone umide costiere europee si prevede possa scomparire a causa
dell’innalzamento del mare».

«Quindi», concludono la loro analisi i sindaci della costa veneta, »una preoccupazione diffusa, contestualizzata, condivisa, ma, paradossalmente, ancora non viene messo in relazione tale scenario con l’applicazione della Bolkestein». (g.ca.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon