Quotidiani locali

torre di mosto 

Tagliati tra le proteste 43 alberi in via Sile

TORRE DI MOSTO. È polemica a Torre di Mosto per l’abbattimento di due filari di alberi ad alto fusto nell’area verde a lato di via Sile. In tutto 43 esemplari di pioppo cipressino. Molti torresani,...

TORRE DI MOSTO. È polemica a Torre di Mosto per l’abbattimento di due filari di alberi ad alto fusto nell’area verde a lato di via Sile. In tutto 43 esemplari di pioppo cipressino. Molti torresani, affezionati a quelle piante, hanno protestato di fronte alle ruspe al lavoro nei giorni scorsi. C’è chi non ha esitato a definirlo “uno scempio”. Ma la decisione di abbattere i pioppi è difesa dai residenti delle case vicine, che più volte avevano sollecitato un intervento. Secondo quanto lamentato dagli abitanti, l’elevato sviluppo delle radici ha causato danni non solo alla vicina pista pedonale, ma anche alle recinzioni delle proprietà private.

Inoltre, in occasione dei due violenti fortunali della scorsa estate, dagli alberi si erano staccati dei rami, che hanno danneggiato alcune proprietà confinanti. Per capire cosa fare, il Comune ha contattato l’Associazione forestale del Veneto Orientale, che tra le soluzioni ha indicato la rimozione delle essenze e la loro sostituzione con piante meno invasive. «In municipio abbiamo tre petizioni popolari di tutti gli abitanti di quella via. Al posto dei pioppi cipressini, saranno piantati altri
alberi che siano meno impattanti e pericolosi», spiega l’assessore Tiziano Pasquon. È prevista la piantumazione di un filare ad almeno cinque metri dal marciapiede. In zona sarà realizzata anche una lottizzazione, pari a 5 o 6 lotti, ma senza intaccare il nuovo filare. (g. mon.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori